MotoGP Misano 2017, Valentino Rossi: “peccato non esserci, puntavo molto su questa gara”

Il pilota di Tavullia è dispiaciuto per non poter gareggiare nel Gran Premio di Misano della MotoGP 2017. Valentino Rossi spera di rientrare in pista il prima possibile.

da , il

    MotoGP Misano 2017, Valentino Rossi: “peccato non esserci, puntavo molto su questa gara”

    Valentino Rossi seguirà il MotoGP Misano 2017 come un semplice spettatore da casa. Il pilota di Tavullia, dopo l’operazione per la riduzione della frattura a tibia e perone, dovrà restare fermo ai box per un lungo periodo. L’obiettivo del “Dottore” sarà quello di essere abile e arruolabile per il Gran Premio di Motegi in in programma in Giappone il 15 Ottobre.

    La fisioterapia sarà lunga, ma la voglia di tornare in pista è molto alta. Valentino ha voluto parlare della sua riabilitazione e del suo dispiacere per non poter correre il suo “GP di casa”. Un duro colpo per il suo morale, ma anche per la classifica iridata. Il pilota della Yamaha è attualmente quarto nel mondiale e con un ritardo di 26 dal leader Andrea Dovizioso. Questo gap, con molta probabilità, aumenterà notevolmente nel fine settimana e le sue possibilità di vincere il titolo nel 2017 diventeranno minime al suo rientro in pista. La redazione di Derapate sta seguendo la gara. CLICCA QUI per seguire il Gran Premio della MotoGP Misano 2017 con risultati e classifica LIVE in diretta web.

    È un grande peccato che non potrò partecipare al mio Gran Premio di casa – ha spiegato VR46 – Puntavo molto sulla gara di Misano perché correre di fronte ai miei tifosi è qualcosa di veramente speciale per me. Ero molto carico e voglioso di scendere in pista, è un peccato non poter disputare la gara Domenica“.

    Valentino Rossi ha poi parlato della sua lunga riabilitazione. Se nei giorni del ricovero, sembrava che il pilota di Tavullia potesse bruciare le tappe e correre già ad Aragon, ecco un piccolo passo indietro da parte del nove-volte campione del mondo: “Devo recuperare dall’infortunio con cautela, per non avere ricadute. Il team mi supporterà e mi è stato molto vicino in questo giorni. Ho già iniziato a fare un po’ di fisioterapia, ma non sarà breve”.

    Ancora incerti i tempi reali di recupero e ipotizzabili in oltre un mese di stop. “Voglio tornare il prima possibile e mi impegnerò nella riabilitazione. Dobbiamo vedere come reagisce il mio corpo. Bisogna usare cautela in queste cose. Voglio ringraziare tutti i miei fans e amici per l’affetto mostrato in questo giorni. Ho apprezzato molto i messaggi. Non posso dire altro che ‘ci vediamo presto’”.