MotoGP Misano. Ecco come nasce il nuovo circuito.

Il Motogp di Misano, valido come Gran Premio di San Marino, è uno dei più attesi della prossima stagione

da , il

    misano adriatico

    Attesissimo.

    Affascinante.

    Veloce.

    Tutto quello che si chiede ad un circuito, Misano ce l’ha.

    Ecco come si racconta il Santa Monica attraverso il suo sito ufficiale.

    IL CIRCUITO

    Misano World Circuit è il grande parco tematico della Riviera di Rimini dedicato ai motori. Un contenitore di manifestazioni sportive di profilo mondiale, un punto di riferimento della diffusa passione per i motori, in una terra che ne conosce benissimo gli odori.

    Affacciato sul mare e con le spalle protette dalla collina, Misano World Circuit rappresenta un gioiello dal punto di vista funzionale e dell’affidabilità organizzativa. Alla struttura sportiva si affianca un’offerta dedicata al mondo delle imprese che scelgono di unirsi in maniera vincente al mondo dei motori, con le loro iniziative congressuali, di incentive e di relazione con il mercato. Ogni anno Misano World Circuit ospita le più spettacolari competizioni sportive a due e quattro ruote, offre ai grandi marchi industriali del settore un’imperdibile vetrina di comunicazione e riunisce intorno alla passione per i motori oltre 400mila presenze.

    L’IMPIANTO

    Fra i requisiti indispensabili per ospitare nel prossimo quinquennio una prova della MotoGP, quello di adeguare la pista di Misano agli standard internazionali. Al vecchio tracciato, teatro di pagine indimenticabili per tutti gli sport motoristici, subentra quindi la nuova pista che modifica la precedente innanzitutto nel senso di marcia. Ora infatti si girerà in senso orario. La pista è stata leggermente allungata ed ora è di 4180 metri, larga 12 mt al minimo, omologata dagli organismi internazionali per ogni competizione sportiva. Il nuovo progetto, a cura della Santamonica Spa, è stato seguito da vicino dalla Commissione Piloti della MotoGP ed in particolare da Loris Capirossi e Valentino Rossi. In particolare, gli interventi più marcati sono avvenuti nella zona della curva del Rio e del Carro. Nove le curve a destra, cinque quelle a sinistra, i rettilinei sommano 1850 metri. Alle precedenti tribune se ne sono sommate altre per quasi 20mila posti seduti e coperti, la capienza complessiva dell’autodromo è di circa 60mila posti. Una peculiarità del circuito è quella di essere completamente illuminato artificialmente, così da garantire uno spettacolo senza fine!