MotoGP Misano. La Storia ci accompagna.

MotoGP Misano

da , il

    misano circuito

    Misano.

    Ed è subito Storia.

    Soprattutto se si corre sul territorio italiano, patria di ruggenti motori e passioni sfrenate.

    Soprattutto se il leader della MotoGP 2007 guida Ducati, che straniera non è.

    Soprattutto se la casta dei centauri da sempre adora questo circuito.

    Un pò di Storia, dirattamente da Misano, sul rinnovato Santa Monica, che si è rifatto il trucco aspettando la MotoGP di questa stagione.

    LA STORIA DEL CIRCUITO

    L’autodromo di Misano, sin dalla sua nascita gestito da soggetti privati, fu progettato nel 1969 su una lunghezza di 3.488 metri. Ai progetti seguirono i lavori e dopo tre anni si avviò l’attività sportiva. Ai margini della pista, piccoli box aperti e una palazzina utilizzata esclusivamente dai servizi.

    All’inizio degli anni ’90 parte un programma di ristrutturazione ed ampliamento del circuito che a fasi successive garantirà la disponibilità di un impianto sempre più efficiente.

    Il primo progetto di ampliamento è del 1993: la pista viene allungata a 4.060 metri, con la possibilità di utilizzare due versioni del circuito, lunga e corta; si procede anche alla costruzione di una palazzina con nuovi box, salette tecniche, salette di rappresentanza e una grande sala stampa di circa 600 mq.

    Negli anni 1996 e 1997 si procede al secondo stralcio dei lavori di completamento della palazzina e dei box. Nel 1998 la zona paddock viene ampliata sino a raggiungere un’area di 40.000 mq.

    Nel 2001 si conclude la costruzione del 1° lotto tribune per 5000 posti. Nel 2005 viene inaugurato il nuovo ingresso principale del circuito e nel 2006 il nuovo centro medico, un’area di 300 mq che rappresenta idealmente la scrupolosa e storica attenzione dell’autodromo ai temi della sicurezza.

    Lavori continui che hanno sempre mantenuto l’Autodromo Internazionale di Misano al passo con la necessità di proporsi come impianto ideale per le importanti manifestazioni sportive a livello mondiale, ma anche come struttura in grado di offrire efficaci opportunità di comunicazione e di organizzazione di eventi a tutte le aziende connesse al fantastico mondo dei motori.

    I successi organizzativi non devono mai far dormire sugli allori e nel 2006 arriva a compimento un grande sogno, quello di riportare a Misano, nella terra dei motori, una prova del motomondiale, ora soprattutto che la competizione vede protagonisti tanti piloti del territorio circostante.

    Il progetto organizzativo del Gran Premio Cinzano di San Marino e della Riviera di Rimini comprende anche un profondo intervento sul circuito.

    Lavori radicali sulla pista, che viene allungata a 4.180 mt con l’inversione del senso di marcia (senso orario), ma anche sulle parti strutturali. Gli ingressi al circuito diventano quattro, le tribune aumentano la loro capienza fino a 18.500 posti, la sala stampa rinnovata, così come altri settori dei servizi.

    Per l’occasione cambia anche la denominazione del circuito, che dal 2007 diventa ‘Misano World Circuit’. Dalla Primavera 2007, grazie ai poderosi investimenti economici della proprietà e in linea perfetta con il programma di ristrutturazione, il circuito è pronto a vivere la sua nuova era.