MotoGP Motegi 2012, prove libere 2: Dani Pedrosa davanti a tutti

da , il

    Pedrosa Motegi 1

    Dopo le prime libere di questa notte, che hanno visto Jorge Lorenzo sempre in prima posizione, cominciano alle ore 7:10 ora italiana le seconde libere della MotoGP. Che vedono Pedrosa prendersi la prima piazza mettendosi dietro il Maiorchino e Andrea Dovizioso, che conferma la sua prestazione della prima mattinata. Questo fino alla fine del turno, dove la sorpresa più eclatante la fa Valentino Rossi su Ducati, terzo fino all’ultimo minuto (poi risorpassato da Dovizioso e Bradl), comunque in grande spolvero in un circuito che sembra davvero amico alla sua Ducati.

    Poco da dire, fino a 10 minuti dalla fine sono tutti alla ricerca del setup e a fare la gommatura della pista, e Stoner continua a Veleggiare dalle parti della prima fila senza concretizzare. Non si può pretendere di più, stiamo pur sempre parlando di una persona operata poco più di 2 settimane fa, anche se in tanti cominciano a pensare che farà la sua famosa “zampata” durante le qualifiche

    5° Crutchlow, che con la Yamaha del team Tech 3 non riesce a stare dietro al compagno di squadra, che ha deciso di far capire a Yamaha la sciocchezza che ha fatto nel lasciarlo alla Ducati. 7° Bradl, che non riusciva a trovare il bandolo della matassa di questo gp del Giappone. Almeno non nei primi quaranta minuti di turno.

    Poi a 5 minuti dal termine, il Miracolo! Lorenzo stampa un 1:46.273, che di perse è un gran miglioramento quando ritardava di più di un decimo da Pedrosa, che però non ci sta e porta il tempo da battere a 1:46.088. Ma soprattutto Rossi era andato a strappare il terzo posto al Dovi, salvo poi riperderlo sempre nei confronti del pilota Yamaha. Non riesce a tenere neanche la quarta posizione, presa da un Bradl che pare aver preso una scossa durante il turno.

    Al termine le posizioni restano quelle, con la sesta piazza occupata da Ben Spies, che subisce quasi un secondo di ritardo dalla testa. Seguono Casey Stoner, Alvaro Bautista e Cal Crutchlow, che prende una bella paga dal compagno di team.

    Per le CRT ritroviamo Espargarò davanti a Abraham, che per quanto non sia una vista tanto strana è comunque un signor risultato per il team ART. Segue dopo la Ducati il compagno di squadra Randy De Puniet che dà un secondo secco alla successiva CRT, quella di Colin Edwards.

    La classsifica delle FP 2:

    1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team 1:46.088

    2 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing 1:46.190

    3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 1:46.282

    4 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP 1:46.428

    5 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team 1:46.687

    6 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing 1:46.912

    7 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team 1:46.978

    8 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini 1:46.983

    9 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 1:46.984

    10 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team 1:47.592

    11 21 Katsuyuki NAKASUGA JPN Yamaha YSP Racing Team 1:47.801

    12 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team 1:48.232

    13 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar 1:48.470

    14 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing 1:48.757

    15 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar 1:48.770

    16 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing 1:49.539

    17 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport 1:49.652

    18 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini 1:49.770

    19 84 Roberto ROLFO ITA Speed Master 1:50.292

    20 68 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens 1:50.333

    21 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens 1:50.924

    22 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project 1:51.270