MotoGP Motegi 2015: il Processo al Gran Premio del Giappone

MotoGP: Il Processo alla Gara

da , il

    Motomondiale Gp del Giappone 2015, la gara

    Nuovo”Processo al Gran Premio” incentrato sul Gran Premio della MotoGP Motegi 2015 vinto da Pedrosa su Rossi e Lorenzo. Ci siamo presi un po’ di tempo per riannodare i fili del weekend giapponese e chiamare alla sbarra i nostri imputati per questo nuovo processo. Partiamo con il grande deluso di giornata Jorge Lorenzo per la gestione della gara, passando per la Ducati delusione del weekend e chiudendo con Honda in quanto proprietaria del tracciato per la sicurezza dei piloti. Segui insieme a noi il LIVE delle prove libere 1 della MotoGP Australia 2015!

    Jorge Lorenzo: meno piagnistei e più azione, grazie!

    Motomondiale Gp del Giappone 2015, le qualifiche del sabato a Motegi

    ACCUSA: Con i se e con i ma si sa, non si va da nessuna parte! E questo dovrebbe saperlo il caro Jorge Lorenzo che prima fa il gradasso tirando come un matto nella prima parte di gara e poi si accorge di non avere più gomma nella seconda parte. Parlasse di meno e agisse di più risulterebbe un pelo più simpatico…Oltretutto si sta giocando un mondiale che gli sta pian piano scappando via…

    DIFESA: E’ vero, certe uscite e piagnistei potrebbe anche risparmiarseli ma è pur vero che prima che la pista si asciugasse stava dando una pista a Valentino Rossi dimostrando che le due gare storte di Silverstone e Misano non si sarebbero ripetute domenica mattina…

    Ducati: tutto fumo e niente arrosto?

    ACCUSA; Vedasi alla voce “parole al vento”. Come per Lorenzo, meno proclami e più fatti la prossima volta grazie.

    DIFESA: Non ci sentiamo di imputare nulla alla gara della Ducati se non la gestione degli pneumatici da parte di Dovizioso. Il problema tecnico di Iannone poteva capitare da qualsiasi parte…

    Honda: più air fence?

    ACCUSA: Il botto spaventoso di Alex De Angelis sabato e il quasi botto di Pol Espargarò dovrebbero far riflettere i proprietari del tracciato giapponese che servono air fence lungo tutto il tracciato e non solo in certi punti…

    DIFESA: In questo caso non c’è niente da difendere…