MotoGP Motegi 2017 conferenza stampa, Andrea Dovizioso: “Il mondiale è ancora aperto”

La conferenza stampa dei piloti prima dell'inizio del Gran Premio del Giappone della MotoGP 2017. Dovizioso è fiducioso di poter lottare fino alla fine per la vittoria del titolo.

da , il

    MotoGP Motegi 2017 conferenza stampa, Andrea Dovizioso: “Il mondiale è ancora aperto”

    Il Gran Premio MotoGP Motegi 2017 si è aperto con la consueta conferenza stampa. Tra i grandi protagonisti della press conference c’erano Andrea Dovizioso e Marc Marquez. Il gap tra lo spagnolo della Honda e l’italiano della Ducati è di 16 punti in favore del campione del mondo in carica. Il “Trittico Asiatico” risulterà, se non decisivo, sicuramente determinante per le sorti dell’intero campionato.

    Dovizioso si è presentato ai microfoni con tanto entusiasmo e voglia di scendere in pista. Il ducastista dovrà cercare di dimenticarsi del 7° posto di Aragon e provare a ricucire lo svantaggio da Marquez. Quest’ultimo, come sempre, si è detto pronto alla battaglia sportiva. Di seguito le interviste dei due piloti. La redazione di Derapate sta seguendo la gara. CLICCA QUI per seguir il Gran Premio della MotoGP Motegi 2017 con risultati e classifica LIVE in diretta web.

    Il primo ad intervenire, in ordine di classifica, è stato Marc Marquez: “Questo Mondiale è strano, arrivi qui giovedì e non sai mai chi può essere il tuo avversario per la domenica. Ad Aragon e Misano è andato tutto bene e ho colto due vittorie. Domenica punto a raggiungere il podio“.

    Lo spagnolo ha parlato anche dell’ultima edizione del GP del Giappone: “L’ultima volta a Motegi è stata fantastica – ha spiegato MM93 – ho vinto e festeggiato il titolo mondiale. Un’emozione unica. Oggi arrivo da leader, ma so che non sarà facile vincere. Ci proverò, ma dovremo vedere tante variabili. Una di queste è il meteo che si preannuncia instabile. Il mio obiettivo è partire col piede giusto già dalle prove libere“.

    “DesmoDovi”, contro ogni pronostico, è il primo antagonista di Marquez a quattro gare dal termine. Il forlivese, dopo l’arrivo di Lorenzo, doveva essere la classica “seconda guida” della Ducati, ed invece ha lottato da subito per l’iride: “Penso che le prossime tre gare saranno molto belle perchè sono consecutive e può succedere di tutto. La lotta tra me, Marquez e Vinales è molto avvincente. Siamo vicinissimi in classifica e credo che tutto sia ancora aperto. Sono fiducioso perchè abbiamo alcune carte da giocare“.

    Dovizioso ha anche spiegato i progressi della Ducati: “Arrivare in Giappone ed essere ancora in lotta per i titoli è molto importante per noi perchè mostra il lavoro svolto negli ultimi anni. Per me è stimolante lottare con Marquez e Vinales perchè sono più “vecchio” e vuol dire che qualcosa di buono l’ho fatto se sono qui a contendere il titolo a loro due“.