MotoGP Motegi. Stoner: No setup, No party!, Valentino stroncato dal caldo del Sol Levante!

MotoGP Motegi

da , il

    casey stoner motegi

    I grandi iniziano a cedere verso fine campionato, quando la stanchezza inizia a farsi sentire.

    Mettiamo le cose in chiaro, non che Stoner sia andato male, solo che non è primo e questo basta per far andare in fibrillazione Borgo Panigale.

    Sono un po’ deluso di com’è andata oggi perchè non siamo riusciti a trovare un buon set up e abbiamo continuato a girare in tondo. – ha dichiarato Casey a fine giornata.

    Niente panico però, il calo di rendimento è dovuto unicamente a modifiche telaistiche non provate a sufficienza, come racconta lo stesso Stoner: “ Nel pomeriggio avevamo provato a modificare le regolazioni del telaio senza ottenere il risultato sperato e poi semplicemente non c’era più tempo per tornare indietro. In poche parole non è stata granché come giornata. A dire il vero non è che abbiamo un problema particolare, dobbiamo solo migliorare un po’ tutto in generale. Domani quindi ripartiremo dalle regolazioni che avevamo questa mattina e prenderemo un’altra direzione. Sono fiducioso di poter fare meglio perché il set up da cui siamo partiti questa mattina non era male.

    Peggio è per Valentino che, dopo l’exloit di 5 giorni fa, in Giappone fatica a far quadrare il cerchio: “Oggi faceva molto, molto caldo, molto più di quanto ci aspettassimo. Siamo un po’ indietro perchè sfortunatamente avevamo due moto con messe a punto diverse e quella con la quale mi trovavo meglio ha avuto un problema tecnico. Sulla mia seconda moto non sono riuscito a migliorare e quindi ora mi trovo in quattordicesima posizione. La situazione delle gomme non è molto buona: dobbiamo lavorare molto, anche se sappiamo che le Michelin qui possono andare bene, visto che sono in testa con un altro pilota. La nostra situazione al momento non è il massimo e dobbiamo trovare il modo di ribaltare le cose. È il primo giorno e so che se riusciamo a migliorare alcune cose, la nostra posizione può migliorare. Domani dobbiamo dare il massimo e vedere dove riusciremo ad arrivare.