MotoGP Mugello 2015: le Pagelle del Gran Premio d’Italia

MotoGP: Le Pagelle della Gara del Mugello

da , il

    Motociclisti e amanti del motociclismo ben ritrovati per la sesta puntata della nostra consueta rubrica “le Pagelle del Gran Premio” incentrate ovviamente sul Gran Premio d’Italia appena concluso con la vittoria di Jorge Lorenzo su Andrea Iannone e Valentino Rossi. Ci siamo presi solo un po’ di tempo per ri-verificare i voti dei protagonisti del Gran Premio e possiamo partire. Prima dentro e andiamo!

    le pagelle

    Jorge Lorenzo 10: e chi lo ferma più? La presenza di Rossi nel box è stata uno stimolo ulteriore per Jorge che da Jerez non ne ha sbagliata una ed ora è lui l’avversario più pericolo per Rossi in campionato. Partito con il suo ritmo, non è più stato ripreso dai suoi inseguitori andando a cogliere un’altra vittoria sul tracciato toscano. MARTILLO

    Andrea Iannone 9: con la spalla in quelle condizioni e una microfrattura nell’omero, ha portato a casa un secondo posto di altissimo valore sia per il suo morale che per la Ducati. Poteva essere la giornata giusta per la vittoria ma Lorenzo era semplicemente imprendibile. La battaglia con Marquez era il prosieguo di Le Mans e ci ha fatto davvero divertire tra sorpassi e contro sorpassi. GIGANTE

    Valentino Rossi 8: da 8° a 3° dopo essere scivolato in 13^ posizione e aver rischiato anche di cadere è un risultato che vale oro nell’economia del campionato. Il problema rimane la qualifica, suo tallone d’Achille negli anni. Urge correre ai ripari e tornare a vincere per fermare Lorenzo in ascesa. SINDACO

    LE pagelle

    Andrea Dovizioso 7: fin quando la sua moto ha retto, ha dato spettacolo insieme a Iannone, Marquez e Pedrosa. Può comunque consolarsi con il record di velocità sul dritto di 361 km/h. HIGH SPEED

    Marc Marquez 7: il voto va soprattutto alla partenza a fionda dalla 13^ alla 3^ posizione e per la battaglia di inizio gara con Dovizioso e Iannone nella quale ha fatto i salti mortali per tenere la scia delle imprendibili Ducati. La scivolata a 8 giri dalla fine rispecchia il suo weekend storto e il secondo 0 in classifica comincia a pesare. BASTONATO

    Dani Pedrosa 7: chi si aspettava un weekend del genere dal rientrante Dani? Finalmente il Pedrosa che conosciamo, combattivo e che è riuscito a reggere per tutta la gara chiudendo con un buonissimo quarto posto finale tenendo alto l’onore della Honda. RITROVATO

    Alvaro Bautista 6: ancora 2 punticini alla causa Aprilia che vengono grazie allo spagnolo che si sta impegnando nel cercare di portare l’Aprilia più avanti possibile al contrario di Melandri che rimane malinconicamente ultimo. LUCE

    Marco Melandri s.v.: dispiace non dare un voto ad un pilota come Melandri ma purtroppo non riusciamo a trovare del buono nelle prestazioni del ravennate che sembra il lontano parente di quello ammirato in MotoGP negli anni passati e in Superbike. Chiede aggiustamenti ma la squadra sembra andare a suo dire verso Bautista. INGIUDICABILE