MotoGP Mugello 2016: le pagelle da 10 a 0

MotoGP Mugello 2016: le pagelle del GP di Italia vinto da Jorge Lorenzo. I voti da 10 a 0 della gara corsa al Mugello.

da , il

    MotoGP Mugello 2016 – Nel fine settimana si è corso al Mugello il Gran Premio d’Italia della MotoGP 2016. La gara è stata ricca di colpi di scena: dalla rottura del motore di Valentino Rossi, all’arrivo in volata di Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Nel complesso ci sono stati tanti spunti positivi ma anche alcuni negativi che abbiamo voluto analizzare per Voi. Ecco le nostre pagelle: i promossi ma anche i rimandati di questo sesto round della stagionale 2016. Girate le pagine per vedere i voti dati alle pagelle e team in questo terzo weekend europeo della MotoGP.

    VOTO 10: JORGE LORENZO

    La gara di Jorge Lorenzo è da 10 in pagella. Lo spagnolo ha bruciato tutti in partenza, ha tenuto dietro Valentino Rossi e successivamente ha battagliato con Mar Marquez. La vittoria in volata, dopo un bel sorpasso e controsorpasso nell’ultimo giro, sono da applausi. Terza vittoria su sei gare e leadership sempre più salda.

    VOTO 9: MARC MARQUEZ

    Marc Marquez ha disputato una gara “alla Marquez”. Zero calcoli, come invece ha fatto in queste primi GP del 2016, tanto manico e guida al limite. Lo spagnolo ha perso per soli 19 millesimi ma avrebbe meritato anch’egli il successo per quello che ha fatto durante il Gran Premio.

    VOTO 8: Andrea Iannone

    La gara di Andrea Iannone è stata dai due volti: da voto 4 la sua partenza, ma da 8 il resto del GP. Poteva rimanere imbottigliato nel traffico ed invece, dal secondo giro in poi, ha infilato Aleix Espargarò, Redding, Vinales, Pedrosa e Dovizioso per conquistare un podio in modo caparbio. A fine gara era deluso perchè avrebbe voluto lottare per la vittoria, ma un podio dopo quella partenza è comunque positivo.

    VOTO 7: Dani Pedrosa

    La gara di Pedrosa non è di certo memorabile ma un quarto posto, il terzo consecutivo, con una Honda che non gli piace affatto è comunque un buon risultato. Si è infilato nella battaglia tra le due Ducati e ha strappato 13 punti utili per portarsi a -12 da Valentino Rossi in classifica generale.

    VOTO 6: Andrea Dovizioso

    Il voto a Dovizioso sarebbe da suddividere a seconda dei momenti del weekend: un problema al collo lo ha fermato al Venerdi, eliminato in Q1 al Sabato, la bella rimonta in partenza ed infine la sconfitta nella lotta interna con Iannone. Un quinto posto nel complesso positivo, anche in considerazione del fatto che erano tre gare che racimolava “0″ nella casella punti, che deve essere la base di partenza per la parte centrale del campionato.

    VOTO 5: Suzuki

    La Suzuki, dopo il podio in Francia, partiva dalla prima fila con Vinales. In molti si aspettavano che la scuderia giapponese riuscisse a stare nel gruppetto di testa ed invece entrambi i piloti hanno disputato una gara anonima al Mugello. Solo 17 punti iridati, 10 per Vinales e 7 per Espargarò, sono un misero bottino, sotto alle aspettative.

    VOTO 4: Maverick Vinales

    Maverick Vinales ha steccato. Il giovane spagnolo, promesso sposo alla Yamaha, partiva dalla seconda fila e nel Warm UP era stato il migliore con un ritmo-gara molto buono. La pessima partenza ha scombussolato i piani e lo stato d’animo di Vinales che non è stato più in grado di girare velocemente e recuperare posizioni.

    VOTO 3: Aprilia

    Il voto è probabilmente eccessivo, ma solo 2 miseri punti nel Gran Premio d’Italia sono un bottino misero. Bautista si è ritirato dopo essere finito nella carambola con Baz e Miller ad inizio gara, mentre Bradl ha chiuso 13°. La scuderia italiana sognava ben altri risultati.

    VOTO 2: Marc VDS Honda

    Il Marc VDS Honda continua nel suo periodo nero. Per la terza gara consecutiva la scuderia belga non ha collezionato punti. Rabat si è infortunato durante il weekend e non ha partecipato alla gara, mentre Miller si è steso, con Baz e Bautista, alla prima curva.

    VOTO 1: La sfortuna di Valentino Rossi

    Valentino Rossi è stato il grande deluso numero 1 del Gran Premio del Mugello. Infilato in partenza da Lorenzo, ha provato a battagliare con lo spagnolo ed è stato incollato al suo compagno di squadra. Poi la rottura del motore e addio sogni di gloria. La sua sfortuna merita il numero 1.

    VOTO 0: i motori Yamaha

    Quello che è successo nel weekend del Mugello è stato incredibile: Lorenzo che rompe il motore nel Warm UP e Rossi che si ritira per lo stesso problema in gara. Siamo solo alla sesta gara e i due pretendenti al titolo potrebbero fare i conti con altri problemi di affidabilità da qui a fine stagione.