MotoGP Mugello 2016, Lorenzo: “Giusto i bodyguard”, ma Marquez non lo vuole

Le interviste dei piloti durante la conferenza stampa del Gran Premio del Mugello 2016. Le parole di Marquez, Lorenzo, Vinales e Iannone.

da , il

    MotoGP Mugello 2016 – Nel fine settimana si disputerà il Gran Premio d’Italia della MotoGP. I piloti della top class sono intervenuti in conferenza stampa e hanno parlato del weekend di gara. Tanti spunti sono stati trattati come i chiacchierati bodyguard, pronti per salvaguardare l’incolumità di Jorge Lorenzo e Marc Marquez, e le firme dei contratti da parte di Vinales e Iannone rispettivamente con Yamaha e Suzuki. Sfogliate le pagine per leggere l’intervista dei piloti durante la Press Conference del Mugello. La redazione di Derapate sta seguendo LIVE la gara. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA!

    Interviste durante la press conference

    Jorge Lorenzo si è presentato al Mugello come leader del campionato. Il campione del mondo è pronto a vincere su di un tracciato amico: “Questo circuito mi piace e potremmo avere dei vantaggi con la M1 – h spiegato il numero 99 della Yamaha – dobbiamo iniziare bene per puntare alla vittoria”. Lorenzo è stato chiesto un parere sui bodyguard: “Sinceramente penso che nel paddock non servano, fuori forse si e se la Dorna ce li ha messi a disposizione è meglio sfruttarli”. Contrariato a questa opzione Marc Marquez: “Non voglio avere guardie del corpo durante il weekend – ha spiegato il pilota della Honda – da quando sono arrivato qui, i tifosi mi hanno chiesto foto e autografi quindi deve essere un weekend normale senza bodyguard”. Il pilota della Honda sa che non sarà un weekend semplice: “Punto a fare il meglio – ha confermato lo spagnolo – bisognerà lavorare per trovare il miglior setup per fare una buona gara”. Infine in conferenza stampa erano presenti anche Vinales e Iannone che hanno firmato rispettivamente i contratti con Yamaha e Suzuki. “Dopo il podio di Le Mans ero eccitato – ha spiegato il futuro pilota della Yamaha – ho deciso che dovevo affrontare questa nuova sfida e ho firmato con loro. Sarà una parte importante della mia carriera in MotoGP e voglio fare del mio meglio”. Vinales si è poi detto sorpreso del passaggio di Iannone alla Suzuki: “Pensavo che offrissero subito il rinnovo ad Aleix Espargarò ed invece hanno preso Andrea – ha continuato lo spagnolo – io penso che Aleix o Rins faranno bene in Suzuki l’anno prossimo”. Iannone è parso felice e ottimista dopo la firma con Suzuki: “Ringrazio Ducati per la fiducia in questi anni, ma ora penso che la Suzuki sia una grande occasione per me. Sarò il pilota di punta del team e questo ruolo è stato molto importante per accettare l’offerta”.