MotoGP Mugello 2017, le pagelle da 10 a 0!

I promossi e i bocciati del Gran Premio del Mugello. Le pagelle da 10 a 0 ai protagonisti della MotoGP che si sono sfidati per il GP d'Italia.

da , il

    MotoGP Mugello 2017, le pagelle da 10 a 0!

    Il MotoGP Mugello 2017 è stato vinto da uno straordinario Andrea Dovizioso. Il pilota forlivese, in sella alla Ducati Desmosedici, ha dominato la seconda parte di gara battendo le Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi, oltre alla Ducati “gemella” di Danilo Petrucci. Una gara bella e spettacolare che è piaciuta. Come sempre, dopo ogni Gran Premio, la redazione di Derapate ha dato i voti e le pagelle da 10 a 0 del Gran Premio d’Italia della MotoGP. Promossi e i bocciati di questa sesta gara stagionale. Dopo un terzo di campionato, Maverick Vinales è riuscito a costruire un piccolo tesoretto nella corsa al titolo mondiale. Domenica amara per le Honda e Jorge Lorenzo. Ma vediamo chi sono stati i migliori e i peggiori del Gran Premio d’Italia.

    Voto 10: Andrea Dovizioso

    Gara perfetta di Andrea Dovizioso. “DesmoDovi” è partito in prima fila, ha gestito al meglio la sua Ducati ed è riuscito nella seconda parte di gara a superare le due Yamaha. Grazie ai 25 punti conquistati è salito al secondo posto nel mondiale piloti. Dopo l’arrivo di Lorenzo, dveva essere il gregario del box Ducati. Dopo sei gare è tornato ad essere l’uomo di punta del team.

    Voto 9: Danilo Petrucci

    Danilo Petrucci si merita un bel 9 in pagella. “Petrux”, nono in qualifica dopo che il suo miglior giro è stato cancellato dalla direzione di gara per una leggera uscita di pista (sarebbe dovuto partire in prima fila), ha rimontato e meritato il podio davanti a Valentino Rossi. Una gara da leone e un risultato più che meritato.

    Voto 8: Maverick Vinales

    In un weekend dove non vince, guadagna lo stesso punti in classifica generale. Ora, dopo che è passato un terzo del campionato, ha messo un bel +26 su Dovizioso, un +30 su Rossi e un +37 su Marquez e Pedrosa. Fino alla fine è stato l’unico ad aver provato a mettere i “bastoni tra le ruote” della Ducati di Dovizioso.

    Voto 7: Alvaro Bautista

    Gara di sostanza dello spagnolo. Bautista, con la sua Ducati Desmosedici GP16, è riuscito a battere Marc Marquez e conquistare un fantastico quinto posto. Una bella rimonta arrivata dopo due bei sorpassi ai danni di Lorenzo e Marquez. Non proprio gli ultimi arrivati.

    Voto 6: Valentino Rossi

    Valentino Rossi ha chiuso il GP del Mugello giù dal podio. Il “Dottore”, dopo la caduta in allenamento e il ricovero in ospedale, è riuscito a stringere i denti e disputare una gara più che positiva. Il voto poteva essere migliore, ma le prestazioni di Bautista e Petrucci sono stati di maggior spessore. Nella corsa al titolo ha perso 7 punti nei confronti di Vinales. Ora servirà una vittoria per iniziare ad avvicinarsi al compagno di box.

    Voto 5: Johann Zarco

    Gara un po’ in ombra quella di Johann Zarco. Bisogna ammettere che un settimo posto per un rookie non è un risultato sicuramente da buttare, ma nelle ultime gare ci aveva fatto sognare con gare fantastiche e chiuse sempre nella top-five. Grazie ai nove punti conquistati è restato al sesto posto nel mondiale piloti ed è sempre primo tra i “clienti”.

    Voto 4: Honda

    La Honda esce dal Mugello con le “ossa rotte”. Solo 10 punti conquistati nel mondiale Costruttori e Marquez battuto dalla Ducati 2016 di Bautista. La RC213V non è stata competitiva sulla pista italiana e servirà trovare subito un rimedio se non vorrà perdere contatto dalla Yamaha nella corsa ai titoli iridati.

    Voto 3: Jorge Lorenzo

    Jorge Lorenzo è durato tre giri. Partito come una fionda, si è ritrovato in bagarre con Rossi per il primo posto. Lo spagnolo sembrava essere tornato il campione tanto ammirato in Yamaha. Poi il calo. Una posizione persa dopo l’altra e gara chiusa all’ottavo posto con un ritardo di 14” da Dovizioso. Lorenzo è stato battuto anche dall’altra Ducati Desmosedici GP17 di Petrucci e da quella di Bautista, che è una versione 2016 della Desmosedici. Poteva e doveva fare di più.

    Voto 2: Suzuki

    Voto estremamente negativo per la Suzuki. La casa di Hamamatsu sembra aver perso la bussola. Anche al Mugello appena sei punti iridati conquistati. Iannone non è mai competitivo e l’infortunio di Rins continua a pesare nell’economia del team (Guintoli non è più un pilota da MotoGP ndr). Serve una svolta ed in fretta.

    Voto 1: Aleix Espargarò

    Gara da dimenticare per Aleix Espargarò. Lo spagnolo ha sbagliato la partenza ed è stato penalizzato per essere partito in anticipo. Dopo il Ride Through ha provato a recuperare terreno, ma è finito nel ghiaione. Un’altra Domenica da dimenticare per l’Aprilia che non è andata a punti neanche con Lowes.

    Voto 0: Dani Pedrosa

    Dani Pedrosa ha commesso un grave errore nel giro finale del MotoGP Mugello. Il pilota era a metà gruppo e ha tentato un sorpasso azzardato su Cal Crutchlow. Lo spagnolo è scivolato e ha tranciato l’inglese. Entrambi i piloti sono finiti nella ghiaia. Durante il GP non era mai stato tra i primi e questo ritiro è costato ben due posizioni nella classifica iridata.