MotoGP news, Andrea Dovizioso duro su Iannone: “Non è capace di far squadra”

da , il

    MotoGP news, Andrea Dovizioso duro su Iannone: “Non è capace di far squadra”

    La stagione MotoGP 2016 dei due piloti della Ducati Corse non è stata sicuramente tra le migliori in assoluto. Andrea Dovizioso e Andrea Iannone sono riusciti ad essere competitivi a tratti e non hanno mai “fatto squadra”, arrivando troppo spesso al contatto dentro e fuori la pista. Che il rapporto fosse teso, lo si era capito subito alla seconda gara della stagione in Argentina. In quella occasione, nell’ultima curva, Iannone travolse Dovizioso e gettò alle ortiche un doppio podio Ducati. Successivamente “DesmoDovi” bacchettò il compagno che non la prese bene. Dopo la firma di Jorge Lorenzo, e con i due piloti in bilico, ci fu un periodo di nervosismo nel box della Rossa che non ha giovato nello sviluppo della moto e nella conquista dei risultati. Dopo il rinnovo di Dovizioso, la vittoria in Austria di Iannone e alcuni tweet-interviste al veleno dei due piloti, la stagione è arrivata alle sue gare conclusive. Dovizioso, che sarà l’unico pilota Ducati a Motegi visto il perdurare dell’infortunio di Iannone, ha spiegato i motivi del suo difficile rapporto con il compagno di box.

    Andrea Dovizioso è stato molto schietto come sempre per spiegare i motivi del suo rapporto difficile con Iannone: “Andrea crede di essere un pilota molto importante, ed è egoista nei ragionamenti – ha spiegato DesmoDovi – Lui non lavora mai per la squadra e non è facile avere un rapporto sincero”. Parole dure che fanno capire il difficile rapporto tra i due piloti della Rossa di Borgo Panigale. “Inoltre penso sia impossibile lottare in maniera onesta e tranquilla. Iannone non è un compagno semplice da avere”. Nel MotoGP 2017 Andrea Dovizioso avrà un’altra “gatta da pelare” che porta il nome di Jorge Lorenzo. Il cinque-volte campione del mondo arriverà nel box Ducati per essere la stella e Dovizioso sarà costretto a fare da seconda guida. “Lorenzo potrebbe avere qualche difficoltà inizialmente – ha continuato il pilota italiano – Da quanto corre in MotoGP ha sempre avuto a disposizione la M1 che è la moto più equilibrata del lotto se si tengono in considerazione più fattori. Sicuramente non sarà facile passare dalla M1 alla Desmosedici ma ha le qualità per far bene anche qui. Quello che posso dire con certezza che l’attuale Ducati non è minimamente paragonabile con quella che avevamo io e Rossi anni fa”. Andrea Dovizioso, attualmente settimo in classifica iridata, proverà a cogliere più punti possibili in queste ultime gare per superare Cal Crutchlow e ridurre il più possibile il gap dai piloti migliori.