MotoGP news, Lorenzo pensa ad Austin: “Inizio difficile, ma rimango positivo”

Il pilota della Ducati è ottimista in vista del GP di Austin. Lorenzo non vuol sentir parlare già di crisi di risultati.

da , il

    MotoGP news, Lorenzo pensa ad Austin: “Inizio difficile, ma rimango positivo”

    L’avventura di Jorge Lorenzo con la Ducati è iniziata nel peggiore dei modi. Lo spagnolo, nei primi due GP dell’anno, ha collezionato solamente 5 punti iridati. Una miseria per un pilota abituato a lottare per la vittoria del titolo mondiale. La stampa ha già etichettato il binomio Lorenzo-Ducati come parzialmente fallimentare, ma lo spagnolo non ha voglia di arrendersi ed è convinto di poter uscire da questa situazione molto complicata: “L’inizio non è stato quello che ci aspettavamo, ma rimango positivo sopratutto dopo gli ultimi aggiustamenti fatti in Argentina”. Sarà veramente cosi? Purtroppo per Lorenzo, la gara di Termas de Rio Hondo è durata solo qualche metro e dunque non sapremo mai se realmente “Martillo” avesse le carte in regola per competere per la top-5 come lui stesso ha affermato. Sicuramente fa ben sperare il sorriso e la sua convinzione di aver trovato una via da seguire in vista del proseguo della stagione. La redazione di Derapate sta seguendo la gara della MotoGP Austin 2017. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA!

    “In Argentina abbiamo trovato la mia posizione sulla moto – ha spiegato Lorenzo – era da tanto che la stavamo cercando e alla fine penso che siamo arrivati ad una soluzione. Il weekend dell’Argentina è stato dai due volti. Dopo le qualifiche bagnate, nel warm UP avevamo trovato un buon setup ed ero molto costante, non veloce come i primi tre, ma molto costante. Probabilmente avrei avuto il ritmo-gara per competere col gruppo che poi ha lottato per il quarto posto (dove tra le altre c’erano anche le due Ducati GP17 di Dovizioso e Petrucci, oltre alla GP16 di Bautista ndr)”. Lo spagnolo ha spiegato anche delle difficoltà di questi primi due GP: “Faccio fatica a partire da metà gruppo perchè non sono abituato. Il rischio di contatti è alto. A Losail ero arrivato lungo, a Termas ho toccato la gomma posteriore di Iannone. Non so se ho accelerato troppo io o se lui ha frenato più del dovuto, però è un peccato perchè allo start avevo superato almeno 4-5 piloti”. Jorge Lorenzo non vuol sentir parlare di crisi di risultati: “Non vedo l’ora di scendere in pista ad Austin e mi auguro di trovare un bel tempo che ci possa far lavorare dal Venerdi fino alla gara – ha continuato lo spagnolo – vogliamo confermare i miglioramenti e conquistare un buon numero di punti. Siamo solo all’inizio e resto fiducioso”.