MotoGP news, Marc Marquez: “Non esiste nessun complotto sulle gomme”

Lo spagnolo della Honda non vuole sentir parlare di complotti per quanto riguarda il tema gomme. Secondo Marquez si tratta solo di essere più o meno sfortunati durante l'intero campionato.

da , il

    MotoGP news, Marc Marquez: “Non esiste nessun complotto sulle gomme”

    Marc Marquez ha chiuso la prima parte di MotoGP 2017 in testa al mondiale. Lo spagnolo, intervistato durante la pausa estiva, ha analizzato tanti argomenti tra cui anche il tanto chiacchierato “caso gomme”. Nei mesi scorsi si è tanto parlato di complotti e favoritismi per le strategie adottate dalla Michelin durante queste prime nove gare stagionali. La casa francese, fornitore unico degli pneumatici, ha fatto un po’ di confusione cambiando le mescole dopo i primi GP e regalando nuove gomme ai piloti e team.

    Secondo Marc Marquez, leader di questa prima parte di campionato, non c’è stato nulla di strano in questo e pensa che ci sia stata massima trasparenza e fairplay da parte di tutti.

    Sinceramente non credo ci sia un complotto in atto per favorire un team rispetto ad un altro – ha spiegato lo spagnolo – i pneumatici si estraggono a sorte ed a ogni GP abbiamo a disposizione tre mescole per l’anteriore e tre per il posteriore. Questo per facilitare qualsiasi stile di guida. Non ci vedo nulla di strano. Poi può capitare che durante un’intera stagione ci sia qualche gomme difettata, ma fa parte del gioco“.

    Marc Marquez ha poi parlato della sua Honda RC213V. “La moto di quest’anno è più maneggevole rispetto a quella in versione 2016. Questo lo hanno notato anche i nostri piloti clienti che hanno fatto più punti rispetto alla scorsa stagione. Questo non significa che la moto sia più veloce, è solo più costante nel ritmo-gara. Bisogna poi ammettere che per arrivare al limite e raggiungere i record, bisogna lo stesso spingere più del dovuto“.

    Lo spagnolo, dopo nove gare, conduce i giochi con un vantaggio risicato sul terzetto formato da Maverick Vinales, Andrea Dovizioso e Valentino Rossi. Marquez chi teme di più? Lo spagnolo non si è sbilanciato: “Attualmente è molto difficile dire chi conquisterà il titolo. Siamo tutti li in pochissimi punti. Non saprei dire chi vincerà e chi arriverà secondo. Sicuramente il secondo sarà il primo dei perdenti“.

    Infine Marquez ha fatto una battuta su di un suo sogno nel cassetto: “So che è praticamente irrealizzabile, però sarebbe bello provare tutte le altre moto durante un test. Senza telecamere, senza telemetrie, solo per curiosità di vedere cosa si prova a guidare una Yamaha, una Ducati, ma anche una Suzuki, Aprilia e KTM. Mi piacerebbe molto poterlo fare“.