MotoGP news, Marco Lucchinelli contro Jorge Lorenzo: “In Ducati per i soldi”

MotoGP news, Marco Lucchinelli contro Jorge Lorenzo: “In Ducati per i soldi”

Il commentatore ha criticato la brutta gara disputata da Jorge Lorenzo a Losail in Qatar.

    MotoGP news, Marco Lucchinelli contro Jorge Lorenzo: “In Ducati per i soldi”

    Marco Lucchinelli contro Jorge Lorenzo. L’ex pilota e campione del mondo della classe 500cc, intervistato da Motorsport, ha analizzato ciò che si è visto nella prima gara dell’anno. Il commentatore non ha usato giri di parole per spiegare la debaclè di Lorenzo nel MotoGP Qatar 2017. “In Ducati bisogna arrivarci per passione, non perchè ti danno molti soldi” è stato il commento di Lucchinelli nei confronti dello spagnolo. Una frase che sicuramente farà discutere. L’ex campione del mondo Suzuki ha anche voluto analizzare gli altri piloti del campionato, spiegando la rimonta di Valentino Rossi, le straordinarie qualità tecniche della Yamaha e il cambiamento di Marc Marquez. Di seguito troverete i punti salienti dell’intervista rilasciata da Lucchinelli dopo il Gran Premio inaugurale di Losail in Qatar.

    Io credo che dopo l’era Stoner nessuno sia arrivato in Ducati per passione. Tutti sono passati da Borgo Panigale per i soldi – ha attaccato Lucchinelli – anche Valentino Rossi accettò la corte della Ducati dopo che la Yamaha gli preferì Lorenzo e la Honda rifiutò il suo ritorno. In Ducati servono piloti col cuore come sono stati Bayliss e Fogarty in SBK“. Lucchinelli ha usato parole agro-dolci anche per Dovizioso: “Lui ha talento e spesso non gli vengono riconosciuti i suoi meriti. Nel complesso però è troppo un buono. Anche Domenica, avendo fatto una scelta diversa dagli altri piloti, doveva attaccare nella prima parte di gara per provare a prendere margine, non aspettare fino alla fine nel gruppetto di testa“. Il commentatore della MotoGP ha anche parlato di Valentino Rossi e della Yamaha: “Lui è un pilota da gara. Anche se partisse ultimo arriverebbe sempre nei primi quattro.

    Quest’anno ha un compagno di box molto più giovane e più veloce. Anche Lorenzo gli stava davanti e da ex pilota ufficiale capisco che questa situazione non ti fa dormire bene la notte. Non è bello sapere di aver un team-mate che è più veloce di te“. Lucchinelli ha parlato anche dello strapotere tecnico della Yamaha: “Quello che mi ha sorpreso è la competitività della M1. Se un rookie come Zarcò, parte e conduce il GP in quel modo e per 6 giri, fa capire che chiunque guidI quella moto può andare forte“. Infine Lucchinelli ha commentato la gara di Marc Marquez: “Un tempo non si sarebbe mai fatto superare da Valentino Rossi senza lottare. Lo spagnolo è maturato nell’analisi della gara“.

    458

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI