MotoGP Olanda: le due Ducati convincono nelle libere

La Ducati ha iniziato il Gran Premio d'Olanda di MotoGP correndo una buona prima giornata di prove con Casey Stoner, convincente in sella alla sua Desmosedici (è stato l'unico a tenere il passo della M1 di Jorge Lorenzo) e in netto miglioramento rispetto a quanto visto nelle ultime uscite

da , il

    Ducati

    La Ducati ha iniziato il Gran Premio d’Olanda di MotoGP correndo una buona prima giornata di prove con Casey Stoner, convincente in sella alla sua Desmosedici (è stato l’unico a tenere il passo della M1 di Jorge Lorenzo) e in netto miglioramento rispetto a quanto visto nelle ultime uscite.

    Ma anche lo statunitense Nicky Hayden ha fatto bene su un circuito che a lui piace molto (vi ha vinto nel 2006) facendo segnare il terzo tempo nelle libere e riducendo il distacco dai primi.

    Casey Stoner convince ad Assen: nelle prove libere l’australiano riesce a stare dietro al “marziano” Jorge Lorenzo su Yamaha (distacco di soli 11/1000), sicuramente più veloce, ma non imprendibile. Ad Assen Stoner potrebbe anche soprenderci

    Questo fine settimana sembra partito bene e spero proprio che continui in questo modo,” ha dichiarato l’australiano del Team Ducati Marlboro, “Assen è una pista un po’ più stretta, meno veloce di Silverstone e si usano marce più corte, quindi abbiamo dovuto cambiare un po’ gli assetti. Inoltre in Inghilterra la moto tendeva ad impennare a causa del set-up che avevamo scelto per limitare il problema delle buche.”

    Ma inizia bene anche il suo compagno di scuderia, Nicky Hayden, da sempre un appassionato del Gran Premio d’Olanda (vinto nel 2006) e fiducioso in vista della gara di domani.

    La moto mi è piaciuta subito, appena siamo usciti dal box,” ha commentato il rider americano, “Abbiamo fatto alcune piccole modifiche che hanno ulteriormente migliorato il mio feeling ma il gap, in termini di tempo, che ci separa dai primi è ancora consistente, quindi ci resta ancora del lavoro da fare. Se tutto va bene dovremmo continuare a progredire anche domani. Non mi dispiacerebbe replicare la posizione di oggi ma più vicino ai primi due.”