MotoGP Olanda: Lorenzo è l’uomo da battere

L'ultimo GP di Silverstone ha evidenziato lo strapotere sulla MotoGP 2010 del leader della classifica generale, Jorge Lorenzo

da , il

    La MotoGP arriva ad Assen, sesto appuntamento del Motomondiale 2010 orfana del campione iridato, Valentino Rossi, ma con il nuovo leader mondiale, Jorge Lorenzo in uno stato di forma eccezionale. Lo spagnolo della Yamaha ha già ottenuto tre vittorie quest’anno e i suoi nuovi contendenti al titolo sembrano ancora alla ricerca del guizzo decisivo. Infatti il secondo classificato Andrea Dovizioso si è sostituito al team mate Dani Pedrosa nel ruolo di antagonista del numero 99 della M1, ma per fargli paura servirebbe un pò di continuità visto che il Porfuera ha sotto la sella la moto migliore.

    Con la vittoria nell’ultimo Gran Premio di Silverstone il leader della classifica generale, Jorge Lorenzo ha evidenziato il proprio dominio sulla MotoGP 2010. Strapotere messo ancor più in evidenza dall’assenza per infortunio del campione mondiale, Valentino Rossi e dalla poca continuità dei pretendenti al titolo.

    Infatti, i nuovi pretendenti al titolo, cioè i due riders della Honda ufficiale, Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa si alternano sul ruolo di avversario principale dello spagnolo della Yamaha, che se si esclude, Losail e Le Mans, mette sempre le ruote davanti a tutti.

    Il Dovi riesce ad andare puntualmente a podio, evidenzia miglioramenti costanti ma gli manca ancora la prima vittoria stagionale e senza questo requisito fondamentale non è ancora pienamente legittimato a pensare in grande.

    Pedrosa, invece, ha ottenuto una vittoria autoritaria sul tracciato del Mugello, elemento che portava pensare che fosse proprio lui l’uomo giusto per contrastare il numero 99 della M1.

    I due piloti HRC dovranno cercare di mettere in difficoltà lo spagnolo, vincendo più gare possibili per togliergli punti iridati, perchè in questo frangente della stagione sono gli unici che possono ostacolare Lorenzo, vista anche l’inaspettata assenza nelle posizioni che contano del pilota della Ducati, Casey Stoner.