MotoGP: Pedrosa e la Honda volano a Sepang

MOTOGP - Dani Pedrosa ha fatto segnare nella giornata di test di oggi un vero e proprio tempo da pole position con un 2’00″770 frutto di un super giro

da , il

    Motogp test Sepang 2011, Pedrosa

    MOTOGPDani Pedrosa ha fatto segnare nella giornata di test di oggi un vero e proprio tempo da pole con un 2’00″770 frutto di un super giro. Staccato di 6 decimi il nuovo compagno di squadra Casey Stoner, primo inseguitore e equipaggiato con la stessa “arma” dello spagnola: una Honda RC212V col motore “evoluzione” che va come un razzo e sembra davvero imprendibile.

    La Yamaha M1 si deve accontentare del terzo tempo di Ben Spies, l’unico capace di spezzare il dominio dell’ala dorata (quarto Andrea Dovizioso). Meglio invece evitare di parlare della Ducati…

    PEDROSA – Lo spagnolo è entusiasta della sua giornata di test e spera di migliorarsi ancora domani: “Questa mattina dopo soli 4 giri sono riuscito a fare questo tempo,” ha spiegato Dani Pedrosa, “Non stavo cercando il tempo, ma le condizioni meteo, con un pò di fresco, mi hanno consentito di spingere, non credo di aver mai girato così forte su questo tracciato.”

    Tutto merito della nuova, imprendibile RC212V? “Viaggiando al limite si può capire a che punto è la moto e la bontà delle modifiche effettuate, e per questo posso esser soddisfatto,” ha continuato il rider Repsol Honda, “Oggi ho provato il nuovo motore, settaggi della ciclistica e ammortizzatori: domani confronterò le due moto a disposizione, l’obiettivo è di arrivare una scelta di telaio e propulsore in vista dei prossimi test in calendario.”

    HONDAPedrosa ha avuto oggi come unico avversario il nuovo compagno di squadra, Casey Stoner: “L’utilizzo della gomma morbida oggi mi aveva dato maggiori aspettative, ma a causa di una scelta sbagliata a livello di telaio non siamo riusciti a sfruttarla a dovere,” ha dichiarato l’australiano al termine del test MotoGP, “La priorità anche dell’ultima giornata sarà quella di trovare la strada giusta per quanto riguarda proprio il telaio, scegliendo tra quelli disponibili. Il feeling e la comprensione del mezzo sono aumentati, e ora guido sentendomi a mio agio.”