MotoGP: Phillip Island a marzo

Il Gran Premio di Australia va spostato a inizio mondiale MotoGP, cioè a marzo, poiché le condizioni atmosferiche autunnali di Phillip Island (la tappa è di solito programmata ad ottobre) sono spesso proibitive e la Dorna vuole evitare rischi inutili per la sicurezza dei piloti

da , il

    Il Gran Premio di Australia va spostato a inizio mondiale MotoGP, cioè a marzo, poiché le condizioni atmosferiche autunnali di Phillip Island (la tappa è di solito programmata ad ottobre) sono spesso proibitive e la Dorna vuole evitare rischi inutili per la sicurezza dei piloti. La MotoGP per la formulazione del calendario 2011 ha chiuso un occhio, ma l’ultimatum della Dorna è chiaro: l’omologazione per il 2012 non verrà data in caso di mancato spostamento della data del gran premio. E sarebbe un vero peccato perdere uno dei circuiti più suggestivi e belli del Motomondiale.

    Il Gran Premio di Australia del 2012 si farà quindi a inizio campionato, probabilmente a marzo. Lo spostamento era previsto già per il 2011, ma il ritardo nella comunicazione alla direzione della pista australiana ha provocato uno slittamento del provvedimento e la gara si disputerà come da programma nel week end del 16 ottobre.

    I piloti MotoGP saranno molto felici della novità: in molti – tra i quali Valentino Rossi e il campione del mondo 2010 Jorge Lorenzo – preferirebbero infatti correre a Phillip Island in condizioni meteo migliori, anche perché quest’anno il freddo (le temperature erano vicine allo zero) e le cadute nelle prove libere hanno davvero compromesso la tappa mondiale.

    La decisione di Ezpeleta nasce infatti dalle condizioni veramente proibitive che i piloti hanno trovato quest’anno, quando vento, acqua e temperature polari hanno condizionato l’andamento di prove e gara. I responsabili del circuito avranno ora tutto il tempo per programmare il GP d’Australia 2012 ad inizio campionato e salvaguardare così l’incolumità dei piloti.