MotoGP, Pirro al debutto: “Che emozione essere in Top Class”

Pirro rilascia le sue prime battute da pilota MotoGP dopo l'accordo con la CRT di Fausto Gresini

da , il

    Motomondiale Gp Malaysia   Le qualifiche

    Il pilota italiano, Michele Pirro, approfitta del Motor Show 2011, appena conclusosi a Bologna, per parlare della sua nuova, quanto inaspettata avventura, in MotoGP con la CRT del team di Fausto Gresini. Per il giovane centauro il salto di categoria è un’emozione fortissima: “Una bellissima emozione, un bel traguardo, anche se forse è arrivato un pò troppo presto dopo un solo anno di Moto2 e di Motomondiale, forse bisognava aspettare un attimo. Dopo tutto quello che è successo si è accelerato un pò tutto e la vittoria di Valencia ha affrettato le cose. Sarà una stagione difficile, spero di imparare in fretta”.

    Dunque, raggiunto l’accordo con la CRT di Gresini in MotoGP, Pirro dovrà pensare ad imparare in fretta misurandosi con piloti esperti che saranno un buon metro di misura per i suoi progressi.

    E sul nuovo progetto CRT, che dovrebbe essere in grado di contenere i costi e riempire gli spazi vuoti in griglia, il giovane centauro ex Moto2 si augura di avere una moto competitiva: “E’ un progetto nuovo. C’è stata questa occasione e bisogna cercare di fare il massimo perché il futuro sarà tutto con le CRT. La griglia prevede metà MotoGP e metà CRT e con piloti esperti i sarà un bel paragone. Siamo gli unici che usiamo il motore Honda, visto il rapporto storico del team Gresini con la casa giapponese ed è un progetto nuovo che parte con me. Non ho obiettivi particolari, l’importante è cercare di dare sempre il massimo e sperare che la moto funzioni abbastanza”.