MotoGP Portogallo 2011: Ducati e Hayden pronti per l’Estoril

MOTOGP PORTOGALLO - La Ducati è pronta ad affrontare la sfida dell'Estoril, il tracciato che da domani ospiterà il Gran premio del Portogallo

da , il

    Motogp Estoril 2011 - Ducati punta su Hayden

    MOTOGP PORTOGALLO 2011 – La Ducati è pronta ad affrontare la sfida dell’Estoril, il tracciato che da domani ospiterà il Gran premio del Portogallo.

    La casa di Borgo Panigale dovrà accontentare le richieste di Valentino Rossi, ma a quanto pare punta molto sull’altro pilota della scuderia: Nicky Hayden lo scorso anno è stato autore di una buona gara all’Estoril e anche a Jerez ha dimostrato di essere cresciuto, ottenendo un dignitoso terzo posto.

    DUCATI – “Torniamo in pista dopo un lungo periodo di sosta e andiamo in Portogallo, dove ci aspetta un weekend lungo perché, dopo la gara ci fermeremo per una giornata di test. Le previsioni del tempo per ora non sono buone ma vedremo,” ha dichiarato il team manager Vittoriano Guareschi, che accoglie la richiesta di Valentino Rossi di avere una GP11 veloce anche sull’asciutto, “La situazione cambia in fretta e speriamo di trovare delle condizioni almeno discrete per tutto il fine settimana. Vale in Spagna è stato veloce e molto competitivo, anche considerando che non aveva mai guidato la GP11 sul bagnato e adesso l’obiettivo è permettergli di potersi esprimere al suo livello anche sull’asciutto.

    Ma a Borgo Panigale sembrano voler puntare maggiormente su Nicky Hayden, autore di una buona prova a Jerez: “Veniamo da una gara dove abbiamo ottenuto il podio con Nicky, un risultato che speriamo gli faccia ritrovare il feeling che l’anno scorso lo ha reso protagonista di tante belle gare, come qui all’Estoril dove è stato anche in testa prima di un paio di piccoli errori che lo hanno fatto chiudere quinto.

    NICKY HAYDEN – “Eccoci finalmente in Portogallo dopo una sosta che mi è sembrata davvero molto lunga” – ha dichiarato lo statunitense della Ducati – “Il circuito di Estoril è abbastanza stretto e lento ma ha anche delle curve molto veloci, che sono in effetti i miei punti favoriti, come quella alla fine del rettilineo posteriore. L’anno scorso siamo venuti in autunno e la gara è stata l’unico momento in cui non ha piovuto in tutto il fine settimana. Spero che quest’anno sia diverso. So che in Ducati stanno lavorando tantissimo e non vedo l’ora di tornare in pista, sia per la gara, dove spero di ottenere un buon risultato, sia nei test successivi.”