MotoGP Portogallo: Dovizioso, duello con Simoncelli

Andrea Dovizioso ha dovuto sudarselo, questo terzo posto, battendo in un vero e proprio duello con Marco Simoncelli: i due italiani hanno spinto le loro Honda al massimo dando vita a una spettacolare battaglia per l'ultimo gradino del podio

da , il

    Andrea Dovizioso - Estoril 2010

    Andrea Dovizioso è felice per il podio conquistato nel Gran Premio del Portogallo della classe MotoGP nonostante sia giunto al traguardo con un notevole distacco dai primi due, gli imprendibili fulmini su Yamaha che portano il nome di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi.

    E Dovizioso ha dovuto sudarselo, questo terzo posto, battendo in un vero e proprio duello con Marco Simoncelli: i due italiani hanno spinto le loro Honda al massimo dando vita a una spettacolare battaglia per l’ultimo gradino del podio.

    Un podio che Andrea Dovizioso dedica al team a ai suoi tifosi: “L’esser di nuovo sul podio è davvero importante,” ha ammesso il rider Honda, “Vorrei ringraziare il team e i fan per il supporto di questo fine settimana. Non possiamo essere completamente soddisfatti del nostro passo oggi, perché abbiamo concluso molto lontani dai primi due piloti, ma complessivamente il risultato è positivo. La situazione ad Estoril è stata strana per tutto il fine settimana con ogni sessione che si è tenuta sul bagnato, e la terza posizione è stata il massimo che abbiamo potuto ottenere.”

    E il duello con Simoncelli? “E’ stata una battaglia abbastanza aggressiva con Simoncelli, ma è sempre stato così con lui, quindi dovevo avere una strategia per l’ultimo giro,” continua Dovi, “Era più veloce di me negli ultimi due settori e ogni volta mi sorpassava nella chicane, ma sapevo che potevo agganciarlo fuori dall’ultima curva perché avevo una velocità maggiore sul rettilineo, questo era il mio piano ed è funzionato.”

    Adesso Dovizioso vuole lottare con Casey Stoner per la quarta posizione in classifica piloti, ma l’australiano della Ducati è sempre molto veloce e detiene dieci di lunghezze di vantaggio sull’italiano.