MotoGP Portogallo: Stoner si accontenta del terzo posto

MOTOGP PORTOGALLO - Casey Stoner ha dovuto affrontare parecchi problemi all'Estoril e il Gran Premio del Portogallo 2011 non è stata certo una gara semplice per lui

da , il

    MotoGP Portogallo: Stoner terzo

    MOTOGP PORTOGALLOCasey Stoner ha dovuto affrontare parecchi problemi all’Estoril e il Gran Premio del Portogallo 2011 non è stata certo una gara semplice per lui. Per questo l’australiano del Team Honda Repsol si dice soddisfatto del podio: un terzo posto che gli permette di conquistare punti preziosi dopo il ritiro di Jerez. La scarsa resa del pneumatico posteriore e un dolore alla schiena gli hanno infatti consigliato di accontentarsi del terzo posto in vista della prossima gara che si correrà a Le Mans.

    CASEY STONER – Dopo una buona partenza Stoner ha perso il contatto con i fuggitivi Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, anche a causa di Simoncelli: “Ho fatto una buona partenza, ma Dani mi ha passato ed ho dovuto toccare i freni e rallentare. Alla prima curva ho dovuto evitare anche Simoncelli che ha preso un’imbarcata,” ha dichiarato il pilota della Honda, “Ero in quarta posizione e, poco più tardi, Simoncelli è caduto, questo mi ha fatto perdere il treno per stare con Pedrosa e Lorenzo.”

    MOTOGP 2011Punti, non chiacchiere. L’australiano sposa la filosofia di Jorge Lorenzo e sembra contento della terza posizione poiché ha incontrato diversi problemi e un ulteriore ritiro avrebbe compromesso seriamente la sua corsa nel mondiale MotoGP 2011: “A dire il vero non avevo grande fiducia nei primi giri con la gomma posteriore, sembrava non lavorare al meglio ed in particolare sul lato sinistro tanto che, più volte, ho rischiato di cadere: anche per questo ho abbassato un po’ il mio ritmo,” spiega Stoner, “Ad un certo punto durante la gara ho iniziato ad avvertire del dolore alla schiena, era come bloccata e per 3-4 curva non riuscivo a muovermi, praticamente ero senza fiato. Ho pensato che da lì in avanti sarei stato costretto al ritiro, ma per fortuna in un giro il dolore si è attenuato ed è sempre andata meglio. Per fortuna sono riuscito a concludere in terza posizione, tenendo conto di tutti i problemi vissuti nel week-end è un buon risultato.”