MotoGP Qatar 2010: prima volta per Simoncelli

L'attesa è finita per Marco Simoncelli: il rookie del Team San Carlo Gresini, già Campione del Mondo 2008 della classe 250cc, debutterà finalmente in MotoGP sul circuito di Losail per correre il suo primo gran premio nella classe regina del Motomondiale

da , il

    L’attesa è finita per Marco Simoncelli: il rookie del Team San Carlo Gresini, già Campione del Mondo 2008 della classe 250cc, debutterà finalmente in MotoGP sul circuito di Losail per correre il suo primo gran premio nella classe regina del Motomondiale.

    La notturna del Gran Premio del Qatar diventa così una tappa fondamentale per la carriera di SuperSic, che dovrà riscattare un pre-campionato deludente e dimostrare di essere in grado di competere con i top rider del motociclismo sportivo.

    Debutto in notturna per Marco Simoncelli: il pilota romagnolo sta per scendere in pista a Losail per debuttare nella sua prima stagione da pilota MotoGP, ma a quanto pare non sente troppo la tensione e guarda al Gran Premio del Qatar con ottimismo nonostante i deludenti test pre-campionato (due cadute nelle sessioni di prova disputate a Sepang).

    Speravo di arrivare in una forma migliore al mio debutto di MotoGP, ma i test non sono andati nella maniera migliore, specialmente a Sepang,” ha dichiarato SuperSic, “Abbiamo del lavoro da fare e dalla mia ultima discesa in pista abbiamo modificato un po’ le nostre idee e siamo riusciti a trovare una qualche direzione per migliorare le cose. Ho fiducia nel lavoro fatto da Honda in Giappone e credo che questo ci possa portare delle novità in grado di aiutarci.”

    Per fare risultato il giovane pilota del Team Gresini dovrà migliorare il feeling con la sua Honda RC212V, che finora non è apparso entusiasmante, ma a quanto pare è fiducioso: “Non vincerò ovviamente la prima gara ma arriverò a Doha fiducioso e sono sicuro di poter migliorare le prestazioni rispetto ai test,” conclude Simoncelli, “Sono un po’ preoccupato del dover correre di notte a causa dell’umidità che rende pericolose soprattutto le curve a destra, ma ci adatteremo e cercherò di portare a casa il miglior risultato possibile.