MotoGP Qatar 2017, il processo alla gara di Losail

La vittoria di Vinales lo candida al titolo mondiale, sorrisi in casa Ducati. Valentino Rossi rinato.

da , il

    Con la la gara di MotoGP Qatar 2017 in archivio arriva il momento del primo Processo. Il mondiale di MotoGP inizia nel migliore dei modi per Maverick Vinales e per la Yamaha, con un risultato che fa ben sperare per la lotta al mondiale. A Losail abbiamo scoperto, invece, una Ducati a due facce, velocissima con Dovizioso, ed estremamente in difficoltà con Jorge Lorenzo. Valentino Rossi invece si rivela ancora una volta un vero animale da gara, riuscendo a prendersi il podio.

    La competitività della Ducati nel corso della stagione, il feeling ritrovato da Valentino Rossi e il talento di Vinales sono gli argomenti del nostro processo alla gara di MotoGP 2017. Esaminiamo tre casi da due prospettive diverse, a voi la scelta di quale lettura dare.

    Ducati: sarà protagonista nel lungo periodo?

    ACCUSA: Anche gli scorsi anni, specialmente con Andrea Dovizioso, la Ducati ha sempre fatto bene nella gara inaugurale del Qatar, esattamente come questa volta. Basti guardare alle difficoltà di Lorenzo, per capire che Dovizioso si esalta a Losail, e per il resto della stagione non è pensabile che la Ducati lotti ogniqualvolta con le migliori per la vittoria.

    DIFESA: Dovizioso è stato autore di una gara formidabile, persa per pochi centesimi di secondo. La Ducati è una moto in crescita e sembra essere capace di lottare per la vittoria dappertutto. Quando anche Lorenzo troverà il feeling con la Desmo, per gli avversari sarà dura.

    Valentino Rossi: feeling ritrovato con la Yamaha?

    ACCUSA: Valentino Rossi sappiamo tutti che appena si comincia a fare sul serio con la gara si trasforma e dà il meglio di sé. In Qatar è andato male fino allo spegnimento dei semafori, dopo è arrivato il podio. Ma Rossi si è lamentato sin da Novembre di non sentire il feeling giusto con la moto, è impensabile che le difficoltà siano sparite semplicemente dopo i venti giri del Qatar.

    DIFESA: Sentendo le parole del pilota di Tavullia al termine della gara del Qatar, sembrerebbe essere scattato qualcosa tra lui e la Yamaha, l’italiano ha trovato il bandolo della matassa. In vista delle prossime uscite stagionali, le difficoltà maggiori sembrano essere state superate, e ci potrebbe essere il margine per lavorare sempre meglio e quindi lottare per il titolo.

    Vinales: candidato alla vittoria finale?

    ACCUSA: La prima vittoria potrebbe far pensare di sì, e sicuramente sarà uno di coloro che fino alla fine battaglierà per portarsi a casa il titolo mondiale. Ma la stagione è lunga e gli avversari sono molti e agguerriti, qualcuno ha steccato alla prima stagionale, ma qualche passo falso può capitare a tutti, Maverick Vinales compreso.

    DIFESA: Maverick Vinales ha dominato sia i test invernali sia la gara di Losail, facendo pole position e vittoria finale. Si è trovato subito bene con la nuova moto ed è un talento cristallino. Sicuramente è il pilota da battere, attualmente il candidato numero uno al titolo piloti. Tutti quanti dovranno confrontarsi con lui.