MotoGP Qatar. Nel 2008 si accendono le stelle….artificiali.

MotoGP Qatar

da , il

    qatar motogp notte

    E’ fatta.

    L’annuncio ufficializzato durante il GP di San Marino e della Riviera Adriatica inizia a prendere forma anche nelle sue fattezze tecniche, non solo commerciali.

    Il Qatar, infatti, dal prossimo anno, ospiterà la MotoGP sotto le stelle del cielo arabo, questo è quanto è stato deciso dalla cupola che governa le sorti del MotoMondiale.

    Altro che stelle, però. Nel febbraio del prossimo anno, la pista su cui verranno effettuati i primi test in notturna, sarà illuminati da fari Musco Lighting, azienda americana esperta in materia di illuminazione sportiva e “vecchia” conoscenza della F1 proprio per aver dato luce al GP di Indianapolis 2007: i proiettori illumineranno tutto il circuito per garantire ai piloti visibilità e sicurezza e per cercare di non far rimpiangere agli spettatori la classica gara sotto il la luce naturale.

    Il Presidente della Musco Lighting, onorato di questa collaborazione anche con le due ruote, racconta alla stampa: “Apprezziamo molto l’opportunità di affrontare questa sfida. Ci siamo occupati dell’illuminazione per gli sport a motore per venticinque anni, ma questa sarà una nuova sfida per noi. La sicurezza sarà ovviamente la prima priorità. Passeremo del tempo per comprendere le necessità dei piloti e faremo dei test per capirle. Siamo abbastanza sicuri che possa essere fatto in modo tale che piacerà ai piloti, alla televisione e agli spettatori. Sarà un progetto rapido, non c’è molto tempo per organizzare tutto. I primi prodotti sono già stati inviati dagli Stati Uniti e i test saranno svolti da ora fino a marzo.

    Il pubblico, a tratti, storce il naso pensando a quanto lo sport deve rinunciare in nome del denaro. Ezpeleta, invece, ride di gioia: “Questo è un grande giorno! E il MotoMondiale tutto ha vinto questa grande e avvincente sfida. Abbiamo iniziato a parlare della possibilità di usare il circuito in Qatar di notte tre o quattro anni fa. Abbiamo fatto qualche test durante il Gran Premio del 2006, e il personale in Qatar ha continuato a lavorare per questa opzione. Penso che se tutto andrà bene, il Qatar ospiterà la prima gara di un campionato mondiale di notte. Per noi farlo è una possibilità fantastica.”