MotoGP Qatar: Valentino Rossi, “Daremo il massimo per i 150 anni dell’Italia”

Per Valentino Rossi e la Ducati l'inizio del mondiale MotoGP coincide proprio con il 150° anniversario dell'unità d'Italia (sulla carena della Desmosedici GP11 c'è anche il logo ufficiale della ricorrenza)

da , il

    Valentino Rossi pronto per il GP del Qatar

    MOTOGP QATAR – E’ arrivato il momento: il Campionato del Mondo MotoGP 2011 tra poche ore partirà dal circuito di Losail, con le prime prove libere del Gran Premio del Qatar in programma questa sera a partire dalle 19:55 italiane.

    E per Valentino Rossi e la Ducati il via alle corse coincide proprio con il 150° anniversario dell’unità d’Italia (sulla carena della Desmosedici GP11 c’è anche il logo ufficiale della ricorrenza). Un motivo in più per dare il massimo nonostante i tanti problemi emersi nei test pre-stagionali.

    VALENTINO ROSSI – “Per il primo turno di prove in Qatar partiremo con i setting che abbiamo trovato l’ultimo giorno di test dato che, nonostante il nostro tempo finale, non era male,” ha dichiarato Rossi pensando al primo gran premio della stagione MotoGP, “Penso infatti che avrei potuto girare più forte se la forza nella spalla non mi avesse mollato quasi all’improvviso, ancora prima di provare le gomme morbide. Il fine settimana, con turni di 45 minuti e un’ora, dovrebbe essere più facile da quel punto di vista.

    DUCATI – Ma la prestazione del nove volte campione del mondo non sarà influenzata solo dalla spalla, ma anche da quanto riuscirà a domare la Desmosedici GP11: “Naturalmente non è solo una questione di spalla: se vogliamo fare una bella gara sappiamo che dobbiamo cercare di essere in forma ma anche trovare delle soluzioni per migliorare il nostro passo ed essere più veloci,” ha continuato Valentino Rossi, “In ogni caso l’esordio con la Ducati porterà tante motivazioni e sicuramente domenica sarà una grande emozione.”

    ITALIA 150 – “Un saluto a tutti gli italiani che festeggiano il 150° anniversario dell’Unità d’Italia: sappiamo che siete in tanti a fare il tifo per noi e anche se forse domenica non saremo ancora al massimo comunque daremo tutto,” conclude Rossi, “Un pensiero particolare anche al Giappone che sta vivendo un momento molto difficile. Quello che è successo è spaventoso ma è un popolo molto forte e capace di reagire, siamo tutti con loro.