MotoGP Qatar: Valentino Rossi, “La spalla ci fa perdere 5-6 decimi”

MOTOGP QATAR - Valentino Rossi non era al suo meglio ieri nelle qualifiche del Gran Premio del Qatar 2011: il pilota Ducati ha ottenuto solamente il nono posto e nella gara d'apertura del Motomondiale partirà dalla terza fila

da , il

    Valentino Rossi qp losail

    MOTOGP QATARValentino Rossi non era al suo meglio ieri nelle qualifiche del Gran Premio del Qatar 2011: il pilota Ducati ha ottenuto solamente il nono posto e nella gara d’apertura del Motomondiale partirà dalla terza fila.

    Rossi ha accusato ancora una volta la spalla malandata a fronte di un nono posto che rende il gran premio di oggi una gara in salita per il nove volte campione del mondo. Solamente una grandissima prestazione può ormai “salvare” l’esordio del Dottore sulla Ducati Desmosedici GP11.

    VALENTINO ROSSI – “Credo che senza il problema alla spalla, che ci fa perdere cinque o sei decimi, oggi potremmo essere in seconda fila perché siamo riusciti a migliorare la messa a punto facendo delle modifiche che saranno importanti anche in ottica futura,” ha dichiarato Rossi dopo le qualifiche del GP del Qatar, “Oggi sono riuscito a guidare meglio la GP11 ma, al momento di usare le gomme morbide, alla fine del turno, non avevo più forza. Quando ho cercato di fare il tempo, in alcuni punti della pista proprio non riuscivo a spingere.” Previsioni per il gran premio? “Per quanto riguarda la gara penso che potremo avere un ritmo discreto, a parte le due Honda, fino a quando terrà la spalla,” ha continuato Rossi, “Infatti solo domani scopriremo come reagirà e quanta resistenza avremo nella seconda parte di gara.”

    DUCATI – Ma la moto di Borgo Panigale non vola nemmeno quando a guidarla è Nicky Hayden, che di certo non può portare a parziale giustifica problemi alle articolazioni. Il pilota statunitense ha ottenuto infatti solamente il tredicesimo piazzamento: “E’ andata più o meno come nel resto del fine settimana, non sono stato abbastanza veloce. All’inizio della sessione abbiamo provato un set up simile a quello che avevamo usato l’anno scorso ma non mi sono trovato bene. Ho preso l’altra moto e sono riuscito a fare un giro discreto ma ho fatto un errore nell’ultima curva,” ha dichiarato Kentucky Kid, “Per tutto il fine settimana ho potuto tenere un buon ritmo con gomme dure anche molto usate ma stasera, anche se era meno freddo, non ci sono riuscito. Pensavo comunque che il mio miglior giro potesse portarmi un po’ più avanti ma scndere sotto 1’56 quest’anno non è sufficiente.” Sapevamo fin dai test della Malesia che gli altri avevano fatto un passo in avanti notevole e domani non sarà facile partendo così indietro ma come sempre faremo il massimo possibile.