MotoGP Qatar: Valentino Rossi, “Non conosco ancora la moto”

MOTOGP QATAR - Casey Stoner sembra ormai irraggiungibile per Valentino Rossi e la sua Ducati: l'australiano della Honda sul circuito di Losail vola come un marziano e gli unici che riescono a stargli dietro sono il compagno di scuderia Dani Pedrosa e lo statunitense Ben Spies

da , il

    Valentino Rossi Losail test day 2

    MOTOGP QATARCasey Stoner sembra ormai irraggiungibile per Valentino Rossi e la sua Ducati: l’australiano della Honda sul circuito di Losail vola come un marziano e gli unici che riescono a stargli dietro sono il compagno di scuderia Dani Pedrosa e lo statunitense Ben Spies con la Yamaha.

    Il nove volte campione del mondo sembrava in ripresa dopo la prima sessione di test, ma nella seconda giornata ha perso terreno rispetto al Canguro Mannaro nonostante abbia migliorato i propri riferimenti cronometrici.

    VALENTINO ROSSI – “Abbiamo fatto un po’ più fatica perché speravamo di essere più veloci e invece non abbiamo migliorato abbastanza il nostro tempo,” ha dichiarato il rider della Ducati al termine della giornata di test MotoGP, “Innanzitutto la spalla mi ha dato un po’ più fastidio, avevo meno forza di ieri e alla fine del turno lo sentivo. E poi non conosciamo ancora perfettamente questa moto e, come ci è già successo nei test, ad un certo punto abbiamo trovato qualche difficoltà a fare uno step ulteriore. E’ anche una questione di esperienza.”

    DUCATIValentino è al lavoro sulla Desmosedici per trovare l’assetto giusto che gli permetta di poter competere con i piloti Honda e Yamaha, finora più veloci: “Stiamo cercando di lavorare sulla distribuzione dei pesi, soprattutto sul posteriore, però non abbiamo ancora trovato il compromesso giusto. Ci manca un mezzo secondo di passo per stare nel gruppetto dove speriamo di essere per domenica,” spiega Rossi, “Comunque, oggi abbiamo provato due soluzioni di set-up abbastanza diverse e ne abbiamo scelto una che domani cercheremo di affinare meglio.”