MotoGP Repubblica Ceca – Valentino Rossi: “La caduta di Stoner come quella di Max Biaggi”

da , il

    E’ raggiante Valentino Rossi per la vittoria ottenuta sulla pista di Brno nel GP della Repubblica Ceca.

    Una vittoria schiacciante nei confronti degli avversari, cercata e combattuta, almeno fino ad un certo punto, con Casey Stoner, asso desmodromico scivolato sotto il peso della pressione psicologica a causa di una gomma anteriore mai doma.

    Valentino non nasconde assolutamente la paura che permeava il suo team prima della vittoria di Laguna Seca. “Sicuramente la vittoria di Laguna Seca è stata molto importante per il morale mio e della squadra. afferma il numero #46 - Da tre gare Stoner ci faceva paura, lì abbiamo visto che ce la potevamo fare e abbiamo lavorato duro. Oggi sono state decisive in particolare le modifiche che abbiamo fatto dopo il warm-up di stamattina: abbiamo migliorato il bilanciamento di pesi e andavamo più veloci in curva. In più avevamo le gomme giuste per arrivare fino in fondo. La partenza di Stoner è stato un avvio di gara incredibile, ma già alla fine del primo giro ho capito che per lui sarebbe stato difficile fuggire.

    Di fatto, adesso Valentino si ritrova con un vantaggo importante rispetto all’ australiano quando mancano “solo” 6 gare alla fine del Campionato.

    Un Campionato che può ancora stravolgersi e sei gare in cui tutto può succedere e in cui nulla deve essere dato per scontato. La caduta di Casey Stoner ha sicuramente agevolato Valentino nella corsa al Titolo, considerando che altri concorrenti potenziali alla vittoria del Mondiale sembrano fuori combattimento (un esempio su tutti, Daniel Pedrosa).

    Il sette volte iridato lo sa molto bene, e già si lecca le dita pregustando il sapore del Titolo: “Oggi quando ho visto Casey scivolare ho avuto un deja-vu: mi è tornata agli occhi la caduta di Biaggi proprio qui, nel 2001. Quella gara fu fondamentale per la mia vittoria del Mondiale, non so se questa avrà lo stesso significato perché Stoner è davvero tosto e lotterà fino alla fine.

    Nonostante tutto, non crediamo che la corsa al Titolo di Stoner si sia arrestata. Certo, 50 punti sono molto difficili da recuperare, soprattutto quando chi è in testa si chiama Valentino Rossi che, da domenica sera, non ha altro compito che amministrare questo suoi vantaggio.

    Ma sarebbe un errore imperdonabile per Casey Stoner, molto più della caduta di domenica scorsa, smettere di credere di “potercela fare”.

    O almeno, di provarci.

    Non è (anche) così che si misura un vero Campione?

    Foto tratta da SportM