MotoGP Sachsenring. Capirex dedica i suoi 20 punti al figlio Riccardo

MotoGP Sachsenring

da , il

    capirossi germania motogp

    Capirex è tornato.

    Avrebbe, forse, fatto più effetto scriverlo con la formula inglese, ma l’italianità del pacchetto pilota italiano su moto italiana è un capo saldo della Ducati e del motociclismo del Bel Paese.

    Ed è bello così!

    E’ tornato alla grande il mitico Capirex, rispondendo con il podio alle parole di Suppo e con il cuore ai suoi tifosi.

    Per una volta, finalmente, Loris è davanti a quel pesantissimo Stoner che si è imposto come un macigno nel team dell’over 30 italiano.

    Un podio meritissimo, quello di Loris, che arriva proprio in uno dei momenti più difficili della carriera del pilota nostrano, proprio quando al Ducati, legata da tempo immemore a Capirex, sta mettendo in discussione l’ipotesi del rinnovo del contratto.

    Una soddisfazione tripla – dice Loris – E’ stata una gara difficile. Sono partito bene, ho cercato di stare con il gruppo e quando ho visto le difficoltà degli altri ho attaccato. Dedico la vittoria a mia moglie e a mio figlio, mi sono stati vicini in momenti difficili.

    Ho fatto solo due giri di rodaggio nel warm up e sono partito con la stessa gomma. Alla fine è stata dura ma sono tornato a divertirmi. Da questo Gran Premio io e Stoner abbiamo due moto completamente diverse. Al tempo stesso io sto cercando di imparare a guidare questa Ducati. Il problema è che io sono molto aggressivo, e mi sono dovuto calmare andando tranquillo. Sapevo che potevo tenere il passo di chi mi stava davanti.

    Sono contentissimo perchè molti mi avevano dato per finito. E questa è una soddisfazione tripla, quadrupla addirittura. Il talento di un pilota non si vede in una gara sola ma nell’arco degli anni. Le scelte non vanno fatte solo in base alle mie prime gare. Io ci sono e ci sarò sempre“.