MotoGP: salta accordo tra Hopkins e FB Corse

Arriva alla conclusione la vicenda John Hopkins: il rider statunitense ha scelto di restare negli USA e di correre nel campionato AMA American Superbike con il team M4 Suzuki

da , il

    Arriva alla conclusione la vicenda John Hopkins: il rider statunitense ha scelto di restare negli USA e di correre nel campionato AMA American Superbike con il team M4 Suzuki.

    La FB Corse, la nuova scuderia italiana che dovrebbe correre nel mondiale MotoGP 2010 e che ne aveva annunciato più volte l’ingaggio, ha dovuto fare marcia indietro e comunicare con un comunicato stampa la scelta del pilota americano. Resta in stand by dunque la presentazione del pilota e del team, rimandata a un non ancora precisato giorno di febbraio…

    La FB Corse, la scuderia di Andrea Ferrari e Sergio Bertocchi, ha annunciato in un comunicato stampa il mancato accordo con il pilota statunitense John Hopkins.

    FB Corse deve a suo malincuore annunciare oggi che, in seguito ad esplicite richieste provenienti dal management di John Hopkins, la nostra squadra si vede costretta a chiudere l’accordo di collaborazione con il pilota californiano, prima ancora di averlo fatto scendere in pista,” si legge nel comunicato, “Le ultime settimane, hanno visto un crescere di elementi perturbanti, che hanno portato alla luce interessi, gestionali e di sponsor, contrari alle volontà personali inizialmente espresse e condivise. Mantenendo ferma la nostra linea di lavoro, abbiamo dovuto proseguire nel miglior modo, per non essere danneggiati ulteriormente.

    Tralasciamo in resto della nota stampa, in cui quasi si accusa in scarsa professionalità il management di Hopkins, poiché non è mai elegante parlar male di qualcuno tramite comunicato, soprattutto quando è difficile che la controparte possa leggere e quindi replicare, e segnaliamo che la presentazione del team è stata confermata per il prossimo mese di febbraio e che la FB Corse è che “un nuovo pilota, un top-rider di comprovata esperienza in tutte le più importanti categorie iridate e con ottime qualità di collaudatore, è già stato trovato ma si svelerà solo in occasione del Team Launch.

    E nell’ambiente già si fa il nome di Garry McCoy, l’esperto rider australiano rimasto senza moto dopo essere stato “abbandonato” dalla Triumph.