MotoGP: salta il GP di Singapore

Del Gran Premio di Singapore si parla da tempo: l'appuntamento MotoGP in terra d'orienta era stato annunciato già nel 2008, per poi essere rimandato al 2011 per permettere la realizzazione di un circuito adeguato alle esigenze del Motomondiale

da , il

    Del “Gran Premio di Singapore” si parla da tempo: l’appuntamento MotoGP in terra d’oriente era stato annunciato già nel 2008, per poi essere rimandato al 2011 in modo da permettere la realizzazione di un circuito adeguato alle esigenze del Motomondiale.

    Ma i lavori per la realizzazione dell’impianto vanno a rilento e ad oggi non si conosce nemmeno il vincitore della gara d’appalto: scottata dall’esperienza di Balatonring, la Dorna ha deciso di non inserire il GP di Singapore nelle ipotesi di calendario.

    Dorna Sports, la società che detiene i diritti del Motomondiale, sembra essersi dimenticata del Gran Premio che dal 2011 doveva corrersi a Singapore. I motivi? Il lavori di costruzione dell’impianto sembrano essere in terribile ritardo, tanto da costringere Carmelo Ezpeleta, il boss della Dorna, a rimandare il tutto a dopo il 2011: dopo i ritardi di Balatonring, che hanno portato al taglio di un GP dal calendario MotoGP 2009, non si vuole rischiare di ritrovarsi in una situazione simile, nonostante sia sempre economicamente molto appetibile correre un Gran Premio in estremo oriente, essendo lì gli unici mercati in vera espansione per il mercato delle motociclette di serie.

    MotoGP: Aperol nuovo sponsor!

    Se l’oriente è di nuovo un po’ più lontano dal Motomondiale, l’Italia (o quanto meno il Made in Italy) continua ad essere associato alla MotoGP e al suo spettacolo: il Gruppo Campari – che vanta dieci anni di collaborazione con il Motomondiale – ha rinnovato fino al 2013 l’accordo di sponsorizza