Motogp San Marino: la rinascita di Jorge Lorenzo

grande prestazione per il pilota spagnolo Jorge Lorenzo che dopo i brutti voli delle ultime gare si piazza al secondo posto nel GP di Misano dietro solo al suo compagno di squadra Valentino Rossi

da , il

    La gara romagnola di questo campionato Motogp 2008 passera’ agli annali come quella che ha praticamente consegnato il titolo nelle mani di Valentino Rossi, che grazie ai 75 punti di vantaggio, puo’ dormire sonni tranquilli da qui alla fine del mondiale. Ma c’e’ un altro pilota che, grazie alla sua ottima prestazione, puo’ guardare con fiducia al futuro: Jorge Lorenzo e la sua Yamaha M1 del team Fiat.

    Il pilota maiorchino aveva perso lo sprint che nelle prime gare faceva dello spagnolo uno dei pretendenti al titolo. Poi a causa della troppa irruenza e della poca esperienza aveva passato piu’ tempo in infermeria che in pista. Ora sembra che il vento sia cambiato: la moto e’ decisamente tra le migliori e le gomme Michelin nella gara di Misano si sono dimostrate al livello della Bridgestone.

    Jorge Lorenzo e’ molto felice per il suo secondo posto:”osservare la festa messa in mostra dai fan di Valentino lungo il circuito mi ha ricordato quanto è grande la mia voglia di tornare a vincere, ma come inizio questo secondo posto è fantastico per noi! Ho perso un po’ di terreno all’inizio, ma poi ho preso il mio ritmo, superando Dani e poi iniziando a spingere, cosa che ho fatto fino alla fine. Essere primo e secondo sul podio, come a Le Mans, è fantastico e dopo quattro mesi di problemi mi sto godendo tanto questo momento – è perfetto. I test effettuati a Brno e i progressi compiuti qui dalla Michelin hanno fatto aumentare la mia fiducia sempre di più, e anche il mio stile di guida è migliorato, per cui li ringrazio. Spero che questa situazione possa ripetersi anche nelle prossime gare, in modo da continuare ad essere così forti. Grazie a tutto il team, e congratulazioni a Valentino e a Toni”.

    E’ vero che la caduta di Casey Stoner gli ha fatto guadagnare una posizione sul podio, ma per lo spagnolo il secondo posto di Misano significa essere il migliore dei debuttanti e soprattutto il migliore tra la numerosa schiera di piloti iberici, soprattutto migliore di quel Daniel Pedrosa che con la Honda ufficiale e’ in assoluto il suo piu’ accannito rivale.

    Finche’ in pista ci sara’ un italiano come Valentino Rossi per gli spagnoli ci sara’ poco da vincere, ma tra i suoi successori, Jorge Lorenzo e’ forse quello con le maggiori possibilita’ di diventare il campione assoluto grazie ad un talento indiscutibile e un carattere solido.