MotoGP Scommesse. Chi il favorito per il Mugello?

Giunti al sesto appuntamento del MotoMondiale, il più atteso dagli italiani, ecco una veloce panoramica su chi potrebbe essere il favorito al Mugello

da , il

    circuito-mugello

    Il GP d’ Italia si avvicina a passi da gigante e l’attesa degli spettatori cresce a dismisura. Insieme alle attese, crescono anche le scommesse su chi sarà il centauro che si aggiudicherà gli ambiti 25 punti sul circuito di Scarperia, ossia il Mugello. Ci siamo chiesti chi potrebbe essere il favorito…

    La MotoGP è giunta al suo sesto appuntamento, dopo quattro gare il cui risultato è stato equilibrato (1 vittoria per ciascuno dei quattro principali pretendenti al Titolo) e l’ultima, la quinta, vinta da Valentino che, a questo punto, porta a due il numero delle sue vittorie stagionali, rispetto a Pedrosa, Lorenzo e Stoner, fermi a 1.

    Ma il Mugello, si sa, fa storia a parte.

    Gli italiani, a tratti inspiegabilmente, tirano tutti fuori il coniglio dal cappello riuscendo a dare ogni anno il 200% sulla pista toscana. Saranno anche i produttori di pneumatici di MotoGP che, per l’occasione tricolore più seguita dal pubblico del Bel Paese, riservano ai piloti di italica stirpe le gomme migliori, o le moto che improvvisamente si ricordano esattamente come un motore deve funzionare col massimo rendimento… o sarà quel briciolo di magia propria del nostro essere, scombussolato e tecnico, capace di gesta eroiche se l’evento tocca il cuore e la passione di ciascuno di noi.

    Gli ultimi anni di Mugello hanno fatto Storia.

    Non c’è stata storia, soprattutto, per gli altri.

    Valentino Rossi, Loris Capirossi, Marco Melandri e (non dimenticato) Max Biaggi, hanno dato uno spettacolo impressionante e coinvolgente su ogni centimetro di pista, riuscendo a conquistare tutti i gradini del podio, lasciando il resto dei centauri a bocca asciutta.

    Dal Mugello 2005, storico quartetto italiano in testa (gara vinta da Valentino Rossi), la bellissima serie di vittorie tricolori non si è più interrotta e il Dottore ha continuato a mietere vittime illustri su un circuiti che ormai sembra una roccaforte italica che assomiglia tanto a Jerez per gli spagnoli.

    Un posto in cui i centauri del Bel Paese si sentono forti, pronti a dare il massimo davanti al proprio immenso pubblico, timorosi di non portare a casa il Risultato (l’unico possibile: il podio), di fare una brutta figura davanti ai propri tifosi.

    Perché il tifo del Mugello è ineguagliabile, irraggiungibile: gasa e distrugge allo stesso tempo, esalta e deprime, gioisce e piange, perché il Mugello è indescrivibilmente bello, geniale, indimenticabile.

    Tornando ai nostri favoriti, Valentino è in testa soprattutto perché sembra che adesso la Yamaha abbia trovato la quadratura del cerchio e il Dottore è sufficientemente galvanizzato per fare bene, aggiungendo che quando Vale ci mette del suo è capace di fare veramente la differenza. Se consideriamo, poi, lo storico, Valentino ha dalla sua i risultati di questi ultimi anni di gara.

    Uno che è messo bene nella classifica dei potenziali vincitori è il compagno di squadra di Valentino, Jorge Lorenzo, che sfrutterà sicuramente le info raccolte lo scorso anno. Guai fisici permettendo, lo spagnolo potrebbe fare il colpaccio di fronte ai tifosi gialli del numero #46.

    Stoner o non Stoner? Casey lo vediamo bene, ma non benissimo. Il Mugello gli piace così così e, a meno di una GP8 super, non lo vediamo come vincitore, ma ad un passo dal podio.

    Pedrosa. Dani, invece, è uno di quelli che potrebbero fare il colpaccio, come Lorenzo. Non sembra capace di dare quel qualcosa in più che Valentino tira improvvisamente fuori quando si corre al Mugello, ma al momento sembra il favorito per eccellenza.

    Una buona prestazione potrebbe arrivare anche da Melandri che in Italia tiene al suo orgoglio e a far bella figura…. E si sa che quest’ultimo fattore è sempre stato il principale propellente per il motore di ciascuna moto!