MotoGP Sepang 2012, prove libere 1: Daniel Pedrosa a tutta manetta!

da , il

    Dani Pedrosa MotoGP Honda 2

    Inizia il Week End del Gran Premio della Malesia, a Sepang. Dopo il gossip dei problemi di Maverick Vinales, che a quanto sembra ha divergenze con il Team e non ha partecipato alle prime libere, iniziano le prime prove cronometrate della MotoGP. Ed è Daniel Pedrosa, Camomillo per gli amici, a spuntarla alla fine, anzi a spuntarla a 20 minuti dalla fine. Eh si, perche il suo 2:01.621 lo ha stampato quasi a metà turno ed è rimasto il tempo migliore della mattinata. Quando si dice la Honda…

    A 25 minuti dal termine la solfa è la solita. Daniel Pedrosa comanda la classifica con 2:01.911, potendo permettersi di spremere senza remore il proprio motore, avendone un altro fresco fresco, mentre Stoner si piazza in seconda posizione, in questa pista dove la scorrevolezza conta tanto e non ha bisogno di sforzare troppo la caviglia nell’utilizzo del freno posteriore, la cui inclinazione continua a creare un fastidio abbastanza ampio al pilota Australiano. In Honda gli hanno proposto di usare la leva al manubrio ma lui ha rifiutato, dicendo che è meno fastidioso ignorare il dolore che cercare di imparare un nuovo sistema di “dosare il freno” a tre Gran Premi dalla fine. Si può dargli torto?

    Al terzo posto si trova Andrea Dovizioso, che non ha più il problema dei freni che si cuociono nel loro carbonio, e può esprimere le sue staccate “ammazza-Brembo” al suo meglio. Gli ingegneri della casa Italiana produttrice dei freni continuano a non credere ai dati che il team Tech-3 gli fornisce. Al quarto posto passa Spies, a 20 minuti dalla fine. Si spera che l’Americano almeno in questa gara riesca a fare la gara che un pilota ufficiale dovrebbe. Non deve essere bello finire dietro le moto private di Poncharal, che si pagano anche i freni di tasca loro… Alla quinta piazza troviamo (finalmente) Jorge Lorenzo, che cerca di trattare il motore come se fosse suo figlio, essendo l’ultimo che può usare nelle qualifiche. Dopo aver bruciato il motore a Brno, ne ha solo due, il “muletto” da prove e il “solo rodato” da gara. Considerando che la media di un motore da MotoGP è di due gare, circa 2500 KM, non si può dire che stia proprio comodissimo(cit).

    A 15 minuti dalla fine, giusto per smentirmi, Lorenzo piazza un 2:02.1 e si mette dietro tutti tranne Daniel, che riesce a scendere in 2:01.6 nonostante le temperature in innalzamento. Escluso lo spostamento la situazione resta invariata, con la classifica dopo il secondo posto composta da Stoner, Dovizioso, Crutchlow che sorpassa Spies, Bautista, Bradl, Nicky Hayden davanti a Valentino Rossi, che cerca ancora di capire dove sia finito il suo grip e Barbera. La prima delle CRT è di De Puniet (ART), seguito da Espargarò che è sempre li davanti e Colin Edwards. Non ho omesso Abraham, è semplicemente dietro queste tre CRT. Quando si parla di vergogna

    Gli ultimi 5 minuti sono valorizzati da un Nicky Hayden che ha notato che la pista è un pò sporca e la spazzola di traverso a destra e a manca. Alla chiusura comunque il 2:01.621 di Dani Pedrosa resta il tempo da battere, seguito da Casey Stoner a un decimo e mezzo. Terzo Lorenzo staccato di un altro decimo e mezzo, quarto Dovizioso seguito dal compagno di Team Crutchlow. Ultimo delle Ducati (se non si considera Karel) Valentino Rossi, che però contiene il distacco nell’ordine del secondo e mezzo. Significativo invece il fatto che le Ducati, rispetto ai test pre campionato, accusano ben due secondi di ritardo, contro il secondo quasi secco delle Yamaha e Honda.

    La classifica Completa delle Prove Libere 1:

    1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team 2:01.621

    2 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team 2:01.773

    3 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing 2:01.934

    4 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 2:02.236

    5 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 2:02.266

    6 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing 2:02.358

    7 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP 2:02.617

    8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team 2:02.754

    9 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini 2:02.872

    10 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team 2:03.221

    11 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team 2:03.274

    12 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing 2:04.624

    13 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar 2:05.029

    14 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar 2:05.077

    15 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing 2:05.387

    16 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini 2:06.058

    17 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport 2:06.452

    18 84 Roberto ROLFO ITA Speed Master 2:06.470

    19 68 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens 2:07.257

    20 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens 2:07.291

    21 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project 2:07.818

    IL RICORDO DI MARCO SIMONCELLI A SEPANG