MotoGP Sepang 2013, Pedrosa: “faccio fatica a camminare”. Marquez: “la Malesia mi piace!”

da , il

    Motogp commenti piloti malesia 2013

    Il Gran Premio della Malesia si avvicina e, di conseguenza, arrivano i primi commenti dei piloti. L’argomento della settimana è sempre lo stesso, e cioè il duello dentro (e ormai anche fuori) tra Marquez e Pedrosa. Giovedi ci sarà il verdetto della giuria sulla frenata avventata del giovane spagnolo ai danni del più anziano compagno di squadra, e nessuno scenario è precluso. Dall’altra parte in casa Honda Gresini non si può non ricordare il grandissimo Marco Simoncelli, che due anni fa in Malesia ci ha lasciato. In Ducati invece ci si aspetta l’ennesimo weekend difficile, ma la news bomba che gira all’interno dei box è l’avvicinamento a Gigi Dall’Igna, che lascerebbe l’Aprilia SBK per passare a capo della Ducati in MotoGP. Ma andiamo con ordine e leggiamo le parole dei piloti.

    In casa HRC Dani Pedrosa cerca di riprendersi dopo il brutto incidente avvenuto ad Aragon. Lo spagnolo ha passato una complicata prima settimana di degenza, ma ora si sta riprendendo: “Nell’ultima gara avevo un ottimo feeling, ero davanti e non vedo l’ora di ritrovare le stesse sensazioni a Sepang. La pista ha un po’ di tutto, curve veloci e lente, brusche frenate e lunghi rettilinei e le condizioni meteo rendono difficile il lavoro. Fisicamente è stata una settimana dura, per tre giorni non sono riuscito a camminare a causa del dolore al fianco, ma va sempre meglio ogni giorno, quindi spero di essere in perfette condizioni per il fine settimana.”

    Nilox (www.nilox.com), rafforza ulteriormente il suo legame con lo sport e il mondo delle due ruote: il pilota di moto GP Marc Márquez, firma un accordo esclusivo con la la marca di tecnologia per lo sport.

    Nello stesso box, il Cabroncito aspetta il verdetto della Direzione Gara sull’episodio in questione. Ecco le parole di Marc Marquez: “Andiamo in Malesia per la prima delle tre gare extra-europee e sono pronto! Sepang è un circuito che mi piace, è stato il primo vero circuito dove siamo stati in grado di provare la MotoGP ed è bello tornarci, ritrovare il feeling e vedere ciò che abbiamo imparato nel corso della stagione! So che giovedi ci sarà udienza con la direzione di gara per discutere l’incidente con Dani (Pedrosa, ndr) ad Aragon, non c’è molto che possiamo fare, bisogna solo aspettare e vedere quello che dicono.”

    Passiamo in casa Gresini. NESSUNO, ma propri nessuno, ha dimenticato cosa è successo in Malesia 2 anni fa. Per cui si torna in Asia sempre con Marco nel cuore. Le parole di Fausto: “Tornare a Sepang per me e per tutti noi del Team che abbiamo goduto della simpatia contagiosa di Marco è sempre un colpo al cuore. L’emozione ti assale ed anche per questo motivo cercheremo di concentrarci al massimo per ottenere un risultato di prestigio. Abbiamo fatto notevoli progressi ed il pacchetto moto pilota oggi è tra i più competitivi. Alvaro insieme al team ed ai tecnici di Showa e Nissin sta lavorando nella giusta direzione e le nostre prestazioni migliorano di gara in gara. Ci presentiamo a Sepang convinti di poter continuare su questa strada con l’obiettivo di migliorarci ulteriormente per puntare con decisione al podio riducendo sensibilmente il distacco dei primi. La pista di Sepang è congeniale ad Alvaro ed un risultato di prestigio è alla nostra portata. Da parte sua Bryan respirerà quasi aria di casa e quindi troverà sicuramente gli stimoli per ottenere un buon risultato. Ad Aragon i miglioramenti sono stati discreti ed in Malesia potrà capitalizzare gli ultimi progressi fatti”.

    Per finire andiamo in casa Ducati. Andrea Dovizioso mette già le mani avanti, conscio che sarà sicuramente un weekend difficile: “Sepang è una delle mie piste preferite, anche se a febbraio i test invernali non sono andati molto bene per noi. La nostra moto sembrava avere qualche difficoltà su questa pista, soprattutto perché il livello di grip è davvero scarso, ma adesso le condizioni dovrebbero essere diverse e possiamo sperare in qualche miglioramento. In ogni caso andiamo a Sepang per spingere al massimo come sempre e per cercare di divertirci in gara”.

    Concludiamo con Nicky Hayden: “Dopo la Spagna é stato bello per me tornare a casa negli USA per il matrimonio di mia sorella minore, ma adesso non vedo l’ora di arrivare in Malesia e dimenticare la gara di Aragón. Il GP di Sepang segnerà l’inizio di tre settimane importanti per me, e darò il massimo per ottenere almeno un buon risultato in questa tripletta. Sappiamo che sarà difficile, a cominciare dalla gara in Malesia, ma Sepang è una pista molto bella e che ha di tutto: rettilinei, curve veloci e curve lente. Andiamo lì con l’intenzione di fare meglio che ad Aragón. Non vedo l’ora di scendere di nuovo in pista”.

    Il futuro di Hayden è incerto, ma ci sono news. Sembra che Gigi Dall’Igna sia sempre più vicino all’accordo con la Ducati per il 2014 ed è riuscito ad avere carta bianca dal team. Il boss dell’Aprilia Superbike vorrebbe tenersi sotto la sua ala protettrice Nicky, il quale però non vuole rimanere in orbita Ducati. Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni.