MotoGP Sepang 2013, prove libere 1: Pedrosa apre i giochi in Malesia. Rossi 5° [FOTO]

Pedrosa apre le danze in Malesia conquistando il miglior tempo nella FP1

da , il

    Motomondiale ad Aragon, prove libere del venerdì

    La prima sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia si chiude con Dani Pedrosa che ottiene il miglior tempo davanti a ben tre connazionali. Il pilota spagnolo rientra ai box dopo aver fatto registrare il crono di 2:01.229 precedendo di oltre 350 millesimi il suo compagno di squadra Marc Marquez e di 4 decimi il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo. Buon avvio anche per Alvaro Bautista che chiude il poker spagnolo di testa a circa sei decimi dalla vetta, mentre un po’ più staccato risulta Valentino Rossi con oltre 8 decimi di ritardo. Sempre molto lontane le Ducati con ritardi compresi tra un secondo e mezzo di Hayden, agli oltre due secondi di Iannone. Ottima prova invece in casa CRT per quanto riguarda Colin ‘Texas Tornado’ che rientra ai box come miglior pilota di categoria.

    TUTTI I TEMPI DELLA FP1:

    1. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 2m 1.229s (GIRO 6/17)

    2. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 2m 1.596s (8/18)

    3. Jorge Lorenzo ESP Yamaha Factory Racing (YZR-M1) 2m 1.623s (13/15)

    4. Alvaro Bautista ESP Go&Fun Honda Gresini (RC213V) 2m 1.877s (9/15)

    5. Valentino Rossi ITA Yamaha Factory Racing (YZR-M1) 2m 2.039s (9/17)

    6. Cal Crutchlow GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 2m 2.370s (14/18)

    7. Stefan Bradl GER LCR Honda MotoGP (RC213V) 2m 2.421s (4/17)

    8. Nicky Hayden USA Ducati Team (GP13) 2m 2.632s (9/17)

    9. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 2m 2.725s (16/18)

    10. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (GP13) 2m 3.039s (5/15)

    11. Colin Edwards USA NGM Forward Racing (FTR-Kawasaki CRT)* 2m 3.574s (11/14)

    12. Andrea Iannone ITA Energy T.I. Pramac Racing (GP13) 2m 3.596s (5/16)

    13. Aleix Espargaro ESP Power Electronics Aspar (ART CRT) 2m 3.773s (6/12)

    14. Hiroshi Aoyama JPN Avintia Blusens (FTR-Kawasaki CRT)* 2m 4.273s (13/17)

    15. Hector Barbera ESP Avintia Blusens (FTR-Kawasaki CRT)* 2m 4.425s (11/12)

    16. Claudio Corti ITA NGM Forward Racing (FTR-Kawasaki CRT)* 2m 4.703s (8/15)

    17. Yonny Hernandez COL Ignite Pramac Racing (GP13) 2m 4.785s (10/16)

    18. Randy De Puniet FRA Power Electronics Aspar (ART CRT) 2m 4.902s (5/14)

    19. Michael Laverty GBR Paul Bird Motorsport (ART CRT) 2m 5.319s (10/14)

    20. Danilo Petrucci ITA Came IodaRacing Project (Suter-BMW CRT)* 2m 5.638s (15/16)

    21. Luca Scassa ITA Cardion AB Motoracing (ART CRT) 2m 6.355s (15/16)

    22. Bryan Staring AUS Go&Fun Honda Gresini (FTR-Honda CRT) 2m 6.693s (8/17)

    23. Damian Cudlin AUS Paul Bird Motorsport (PBM-ART CRT)* 2m 7.642s (15/15)

    24. Lukas Pesek CZE Came IodaRacing Project (Suter-BMW CRT)* 2m 8.023s (3/13)

    ORE 04:41 bandiera a scacchi in questa FP1. Pedrosa guida un treno di spagnoli.

    ORE 04:35 sorprendentemente in difficoltà Marquez in questa FP1 che non riesce ad avvicinarsi in maniera significativa al suo compagno e anzi… si nota anche una certa difficoltà da parte del giovane pilota a controllare in frenata la moto che si scuote visibilmente. Siamo alle battute finali di questa prima uscita del GP della Malesia e Pedrosa sembra al sicuro nella classifica dei tempi

    ORE 04:29 al momento è tutto invariato in pista; Pedrosa conduce sempre la prova, seguìto da Marquez, Jorge Lorenzo e Alvaro Bautista. Valentino Rossi è in quinta posizione davanti a Cal Crutchlow. Quattro spagnoli dunque nelle prime 4 posizioni. Il dominio iberico non conosce sosta!

    ORE 04:24 la grinta di Pedrosa continua a far segnare tempi degni di nota. Nel corso di questo giro aveva un buon margine fino al T3 poi ha dovuto lasciare la manopola del gas a causa di Iannone che lo precedeva. Dritto intanto di Bradl che finisce una staccata saltellante nella ghiaia, ma riesce a restare in piedi. Mancano ancora 19 minuti; il caldo comincia a farsi sentire come appena dichiarato da Fausto Gresini

    ORE 04:20 a 20 minuti dal termine questa è momentaneamente la situazione:

    1 PEDROSA D.Repsol Honda Team 2:01.229

    2 MARQUEZ M.Repsol Honda Team+0.367

    3 LORENZO J.Yamaha Factory Racing+0.723

    4 ROSSI V.Yamaha Factory Racing+0.810

    5 CRUTCHLOW C.Monster Yamaha Tech 3 +1.167

    6 BRADL S.LCR Honda MotoGP+1.192

    7 BAUTISTA A.GO&FUN Honda Gresini+1.294

    8 HAYDEN N.Ducati Team+1.403

    9 DOVIZIOSO A.Ducati Team+1.810

    10 SMITH B.Monster Yamaha Tech 3 +1.908

    11 IANNONE A.Energy T.I. Pramac Racing+2.367

    12 ESPARGARO A.Power Electronics Aspar+2.544

    13 AOYAMA H.Avintia Blusens+3.049

    ORE 04:15 come raramente è accaduto nel corso di questa stagione, è Pedrosa a partire fortissimo in una sessione di prove libere. Eravamo abituati a vedere il suo giovane compagno di squadra fare evoluzioni e numeri di prestigio per la conquista del miglior tempo. Oggi è Pedrosa a imporre il suo ritmo in pista per la conquista della FP1

    ORE 04:10 inaspettatamente veloce e aggressivo Dani Pedrosa in questa prima uscita della MotoGP nel GP della Malesia. Il pilota spagnolo abbassa di circa 3 decimi il suo precedente giro. Pedrosa è al momento il pilota in pista con il passo migliore: 2:01.229 la nuova protezione per il TC lo ha rassicurato molto!

    ORE 04:05 Pedrosa vuole subito far sapere che c’è anche lui in Malesia; si mette momentaneamente al comando della classifica dei tempi dopo un piccolo batti e ribatti con Jorge Lorenzo: 2:01.520 è il riferimento in questa FP1

    ORE 04:00 tempi ancora molto alti; al momento Stefan Bradl è il pilota più veloce in pista con il crono di: 2:02.477

    ORE 03:55 bandiera verde che sventola all’uscita della corsia dei box! Tutti i piloti in pista. Aspettiamo i primi rilevamenti cronometrici significativi.

    ORE 03:52 pochi istanti di attesa, poi la MotoGP scenderà in pista per questa prima sessione di prove libere. Temperature buone con 27 gradi nell’aria e 37 sull’asfalto. Appena inquadrata la protezione al cavetto del TC che Honda ha voluto usare come precauzione dopo il fattaccio di Aragon. Assoiglia molto ad una piccola maniglia di una valigia!

    Ben ritrovati a tutti gli appassionati della MotoGP!

    Aggiornamenti a cura di Alessio Mora