MotoGP Sepang 2014: le pagelle del Gran Premio della Malesia

Pagelle del Gran Premio della Malesia, penultimo atto della stagione 2014, vinto da Marc Marquez su Rossi e Lorenzo

da , il

    MotoGp Malesia, a Sepang Marquez vince davanti a Rossi e Lorenzo

    E’ tempo di pagelle, dopo la gara di Sepang vinta da Marquez, che eguaglia il record di vittorie in un anno, 12, di Mick Doohan. Promossi e bocciati, nel penultimo appuntamento stagionale: iniziamo proprio da lui, dallo spagnolo, per l’ennesima volta sul gradino più alto del podio, quello del Gran premio di Malesia 2014.

    Marc Marquez: 9,5 Se ne sta per tutta la gara dietro a Rossi e Lorenzo aspettando la battaglia tra le due Yamaha. Approfitta di un errore di Lorenzo per passare il maiorchino e duellare con Rossi. Duello che dura una manciata di giri fino a quando Marc non prende il comando aiutato da un largo di Rossi all’ultima curva. Scappa via nel finale approfittando del calo di gomme sulla Yamaha e si prende la 12^ vittoria stagionale. Meriterebbe una tirata d’orecchie per aver centrato Iannone in FP2 ma Dorna chiude un occhio come sempre…FENOMENO

    Valentino Rossi: 9 Gara sontuosa per Rossi per come l’ha condotta dopo un venerdì non certo brillante. Tiene bene il duello con Lorenzo e Marquez restando per qualche giro in prima posizione. Di fatto con un suo errore spalanca la strada alla vittoria di Marquez ma ha il merito di mettergli pressione fino a quando le gomme reggono. Se a 35 anni è ancora lui il miglior italiano in MotoGP c’è da farsi due domande sulla generazione dei vari Dovizioso, Iannone e compagnia cantante…HIGHLANDER

    Jorge Lorenzo: 8,5 Fin quando le sue gomme glielo hanno consentito ha retto bene agli attacchi di Rossi staccando anche al limite pur di tenerselo dietro. Poi col calare della gomma ha dovuto arrendersi prima a Rossi e poi a Marquez chiudendo comunque sul podio una gara bellissima. La lotta per il secondo posto nel mondiale rimane una questione interna Yamaha. TOSTO

    Pol Espargarò: 8 Chiude al sesto posto ma merita gli onori per aver guidato con il quarto metatarso del piede sinistro fratturato dopo uno spaventoso highside in FP2. Di gran lunga il miglior rookie di questa stagione. EROICO

    Stefan Bradl: 7,5 Gara quasi anonima la sua ma nel finale resiste agli attacchi di Bradley Smith portando a casa un buon quarto posto in gara ma lontanissimo dai primi. EASY RIDER

    Bradley Smith: 7 Continua il suo momento magico dopo il podio di Phillip Island centrando un buonissimo quinto posto e migliore Yamaha Tech 3 in gara. Chiude davanti all’acciaccato ed eroico Pol Espargarò. MAGIC MOMENT

    Yonny Hernandez: 7 Miglior risultato stagionale per il colombiano che difende alla grande i colori del team Pramac dopo il forfait di Iannone. Prova anche ad attaccare Espargarò prendendosi anche rischi eccessivi. DRIFTING YONNY

    Hector Barbera: 7 La miglior moto Open al traguardo è proprio la sua Ducati. Sembra rinato dopo aver ripreso in mano una Ducati e i risultati gli stanno dando ragione in vista dell’anno prossimo. RINATO

    Dani Pedrosa: 5 Sembra non esserci più con la testa il povero Dani. Una partenza delle sue e poi più nulla, passato sia da Lorenzo che da Rossi, scivola alla fine del primo giro per poi ricadere ancora a pochi giri dalla fine e ritirarsi. Due zeri che pesano in ottica secondo posto mondiale, ora sempre più lontano. CALIMERO

    Aleix Espargarò: s.v. La sua gara dura solamente un giro e mezzo. Viene steso dalla moto di Bautista e per lui è la seconda volta in due gare che non arriva al traguardo. Una stagione positiva fin qui per lo spagnolo con 1 pole e un podio. INCOLPEVOLE