MotoGP Sepang 2014, Marquez: “Sarà una gara interessante”

Marquez ha conquistato la pole position numero 13 della stagione 2014

da , il

    Podio virtuale

    Fermarlo, almeno in qualifica, è stato impossibile. Marc Marquez ha cosi raggiunto la 13^esima pole position della stagione 2014. Grazie a questa affermazione ha inciso il proprio nome nell’albo d’oro del Motomondiale. Mai nessuno fino ad ora era riuscito a raggiungere quota 13. Casey Stoner e Mick Doohan si erano infatti fermati a 12. Marquez ha cosi cancellato i due nomi ed ha fatto suo anche questo record. Ora, per il pilota della Honda Repsol, ci sarà la gara con un altro possibile record da raggiungere. In caso di vittoria infatti raggiungerebbe il primato di vittorie stagionali che è di Mick Doohan. Per seguire il LIVE della gara in diretta web, con aggiornamenti costanti, tempi e classfiche, BASTA CLICCARE QUI!

    “Ho fatto un grande giro firmando il record della pista – ha esordito il numero 93 della MotoGP- sono felice di aver scritto un nuovo record in questo 2014. Viste le temperature altissime che c’era in pista, penso che sia stato fatto un ottimo lavoro. Per la gara di domani penso che Dani Pedrosa possa essere l’avversario più accreditato. Anche lui oggi ha fatto un grandissimo giro e probabilmente saremo molto vicini durante l’intero Gran Premio. Spero esca fuori una bella gara spettacolare.”

    Marquez ha poi analizzato il suo momento: “Dopo la vittoria di Silverstone, non ho più trovato il gradino più alto del podio. Qui voglio tornare al successo per raggiungere il record del maggior numero di vittorie stagionali. Non sarà facile ma ci proverò.”

    Jorge Lorenzo partirà terzo in griglia di partenza. Il pilota maiorcano, nella giornata di ieri, aveva indicato le due Honda Repsol come le grandi favorite e cosi è stato. Lorenzo è riuscito comunque a limitare i danni e scatterà dalla prima fila:

    Sapevo che le Honda qui sarebbero andate molto forte- ha esordito il pilota della Yamaha- per loro le alte temperature dell’asfalto non sono un problema e riescono ad avere una grande accelerazione. Attualmente è molto difficile stargli vicino ma penso che per la gara siamo già a posto cosi. Sono fiducioso di poter fare una buona gara ma servono gli ultimi dettagli di setting per migliorare ancora qualcosa. Oggi ho fatto veramente il massimo per provare a stare con le due Honda ma non è bastato. Domani ci riproveremo.”

    Il quattro volte campione del mondo ha subito un distacco di oltre 4 decimi sul giro secco ma sembra aver trovato già un buon setup per la gara. Con Valentino Rossi sesto e distante dall’aver trovato il giusto setting, per Lorenzo c’è la ghiotta occasione di accorciare nella classifica iridata per poi giocarsi il secondo posto nel Mondiale nell’ultima tappa del campionato 2014.