MotoGP Sepang 2015: il Processo al Gran Premio della Malesia

MotoGP: Il Processo alla Gara

da , il

    Diciassettesima e penultima puntata della rubrica “il Processo al Gran Premio” incentrato sul Gran Premio della Malesia di domenica mattina che ha visto la vittoria di Dani Pedrosa su Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sub-judice. Ci è voluto un po’ più del previsto per riannodare i fili del weekend malese e rianalizzare il contatto Rossi-Marquez alla curva 14. Alla fine abbiamo trovato chi mettere alla sbarra per il nostro processo. Pronti? Partiamo da Valentino Rossi per essere caduto nella trappola di Marquez, Marquez per la condotta di gara volutamente antisportiva e Lorenzo per essersi intromesso in affari che non lo riguardavano.

    Valentino Rossi: perchè l’hai fatto?

    ACCUSA: Mi spiace doverlo dire ma Valentino sei stato proprio un pollo a cadere nella trappola di Marquez e il gesto che hai fatto, seppur non intenzionale, ti costringe a partire ultimo nella gara forse più importante della tua carriera. Peggio di così non poteva andarti perchè te la sei cercata già dal giovedì in conferenza stampa…

    DIFESA: A discolpa di Valentino c’è la palese malafede di Marquez che, fuori dai giochi per le troppe cadute, decide deliberatamente di far gara per danneggiare Rossi e far allontanare Lorenzo il più possibile…

    Marc Marquez: e adesso come la mettiamo?

    ACCUSA: Il piccolo bastardo questa volta l’ha fatta davvero grossa danneggiando palesemente la gara di Valentino Rossi e aiutando in qualche modo Lorenzo nella corsa al mondiale. Peccato che poi caschi per terra come una pera cotta e vada a lamentarsi per un calcio che nemmeno ha ricevuto…

    DIFESA: Beh in questo caso c’è ben poco da difendere nella condotta di gara di Marquez e anche come tenta di rigirare la frittata su Rossi pur avendo torto marcio..

    Jorge Lorenzo: farti i fatti tuoi no eh?

    ACCUSA: Peggio di una donna con il mestruo, il buon Jorge si precipita subito in Direzione Gara a gridare a gran voce per chiedere la squalifica di Rossi quasi come se il contatto l’avesse subito lui e non il suo compare di merende Marquez. Poco sportivo anche il gesto di zittire tutti dopo il traguardo…

    DIFESA: Anche qui ben poco da difendere nell’atteggiamento di Lorenzo di presentarsi in Direzione Gara per chiedere la squalifica del compagno di box per avere via libera verso il titolo mondiale…