MotoGP Sepang 2016, storia e albo d’oro: 2002-2015

La MotoGP 2014 sbarca a Sepang per il penultimo atto stagionale

da , il

    Inizieranno tra poco più di 24 ore le prove libere del penultimo Gran Premio della MotoGP 2016, al Malaysian Grand Prix di Sepang. In questo circuito come ormai tutti sanno a memoria si è spento Marco Simoncelli, 5 anni fa. Ma, per quanto quello sia il suo apice più triste, la storia della MotoGP a Sepang non è solo questo drammatico lutto. Per esempio l’edizione del 2015 è entrata di diritto tra le gare più polemiche della storia. Ma vediamo nel dettaglio tutte le gare degli ultimi anni. La redazione di Derapate sta seguendo la gara. CLICCA QUI PER LA DIRETTA!

    MotoGP Sepang 2002

    Nel 2002, si vede qualcosa che all’epoca era abbastanza raro, ossia un Max Biaggi che riesce a sopraggiungere Valentino Rossi, anche se con un gap di mezzo secondo. Terzo a chiudere il podio, nell’anno in cui venne introdotta la MotoGP al posto delle 500, Alex Barros, pilota brasiliano anche lui su Honda. Da ricordare che Max Biaggi compì l’impresa su Yamaha, cosa all’epoca non facile in quanto la moto era ancora “un cancello” come la chiamavano tutti.

    MotoGP Sepang 2003

    2003, cambiano marche e risultati. Valentino, ancora su Honda, riesce a prendere il controllo della gara e a staccare il secondo, che porta il nome di Sete Gibernau, di ben 2 secondi. Terzo Max Biaggi, che subisce più di sette secondi di distacco. E’ il primo podio interamente Honda dall’inizio della MotoGP su questo circuito. E anche l’ultimo.

    MotoGP Sepang 2004

    Anno 2004, Vale in Yamaha. E ovviamente primo. Siamo sicuri che Max non abbia gradito, ma almeno aveva la consolazione di esserci riuscito pure lui quando la moto che guida in quell’anno Rossi era ancora, ehm, un bidone. Il problema è che si è fatto staccare con la moto considerata vincente di ben 3 secondi e mezzo. Barros si piazza nuovamente terzo, ma subisce quasi dieci secondi di distacco.

    MotoGP Sepang 2005

    2005, Capirossi c’è! E’ li davanti a tutti, sulla neonata Ducati GP5, che si può dire fosse ancora in fase di sviluppo. Che manico ragazzi. Stacca Valentino Rossi di due secondi, e il compagno di squadra Carlos Checa di poco più. E’ la prima volta che una marca all’esordio riesce ad ottenere risultati di questo spessore. Per chi pensa che in Ducati facciano bene solo una cosa, i Pop Corn.

    MotoGP Sepang 2006

    Arriva il 2006, Stavolta il Gran Premio cade di settembre. Ed è Valentino, sempre su Yamaha, questa volta ad arrivare per primo al traguardo, seguito a poco meno di un secondo da Capirossi e a quasi quattro secondi da Pedrosa. Si comincia ad avvertire la mancanza di Max Biaggi, già emigrato per lidi più sereni.

    MotoGP Sepang 2007

    Anno della vittoria del mondiale da parte di Casey Stoner su Ducati Desmosedici GP7. Che, siccome per festeggiare a Motegi si era dovuto accontentare, ha deciso di stravincere la gara, dando quasi due secondi a Melandri e un altro mezzo secondo a Daniel Pedrosa. Gli si era chiusa la vena, non ce n’era per nessuno

    MotoGP Sepang 2008

    Nel 2008, il podio è simile a quello del 2004, dove la Yamaha di Rossi, che per questo anno era sponsorizzata Fiat, batte due Honda, che questa volta non sono di Biaggi e Barros ma di Pedrosa e Dovizioso. Da ricordare che all’epoca per la Rookie Rule Andrea non correva con il team Repsol, per cui correva invece Nicky Hayden (all’ultimo anno in Honda), bensi nel team Jir Team Scott.

    MotoGP Sepang 2009

    Nel 2009, cominciano ad arrivare i sponsor di gran premio, e la Shell si sobbarca i costi di Sepang 2009. Che vede Casey Stoner al suo penultimo anno in Ducati dominare davanti a tutti di nuovo, ma questa volta il secondo arriva dopo 15 secondi, e stiamo parlando di Dani Pedrosa. Terzo Rossi a quasi 20 secondi di distacco, anche lui al suo penultimo anno in Yamaha, e al suo nono mondiale.

    MotoGP Sepang 2010

    2010, Yamaha Honda Yamaha. Ecco questa è una novità, soprattutto se si considera che secondo è arrivato il pilota che è stato scartato prima da Honda e adesso anche da Yamaha. Primo ovviamente Il Dottore, secondo Andrea Dovizioso e terzo Jorge Lorenzo, che vinceva proprio quell’anno il mondiale.

    MotoGP Sepang 2011

    2011. Quello che è successo, lo sappiamo tutti. La gara viene annullata.

    MotoGP Sepang 2012

    2012: La gara si chiude in anticipo, per la tanta acqua sopraggiunta in pista. Vince Dani Pedrosa, al primo successo in MotoGP in Malesia, beffa Jorge Lorenzo, mentre sul terzo gradino del podio sale Casey Stoner. Chiudono la classifica quarto Nicky Hayden, quinto Valentino Rossi, sesto Alvaro Bautista.

    MotoGP Sepang 2013

    Il circuito di Sepang vede il ritorno alla vittoria di Dani Pedrosa che, dopo una piccola rimonta sul connazionale di casa Yamaha Jorge Lorenzo, saluta tutti lasciandoseli alle spalle, andando a conquistare il Gran Premio della Malesia 2013. Gara perfetta amministrata di forza e con intelligenza dopo il bel sorpasso ai danni del campione del mondo che si vede coinvolto invece in un furioso duello con Marquez per cercare di restare ancorati alla scia di Pedrosa per la conquista della vittoria. Duello scaturito proprio da Lorenzo che non vedendone le possibilità di contrastare l’armata Honda, cerca di mettere un po’ di pressione al leader della classifica mondiale tentando attacchi anche piuttosto duri. Sfida che viene raccolta da Marquez che per 3 giri anima insieme a Lorenzo una gara in realtà noiosa.

    Chiude 4° Valentino Rossi una gara mai all’insegna della competitività necessaria per agguantare anche solo il podio. Bene Bautista che riesce a chiudere davanti a Crtuchlow che lo aveva passato nei giri precedenti. Lontane le Ducati con Dovizioso 8° e con Hayden e Iannone fuori dai giochi per problemi al motore. Espargarò sempre il migliore tra le CRT.

    Torna dunque alla vittoria Dani Pedrosa dopo uno stop durato 10 gare.

    MotoGP Sepang 2014

    Nelle tre classi i vincitori sono stati: Marc Márquez in MotoGP, Maverick Viñales in Moto2 e Efrén Vázquez in Moto3. Vittoria dunque per lo spagnolo della Honda RC213V che torna al successo dopo quattro gare di astinenza e coglie la sua dodicesima vittoria in stagione (anche Mick Doohan nel 1997 vinse dodici gare). Per Marquez, dopo il titolo mondiale vinto in Giappone, era la prima gara da nuovo campione del mondo della categoria. Dietro di lui arrivarono le due Yamaha con Valentino Rossi secondo e Jorge Lorenzo terzo in classifica. Al traguardo arrivarono soltanto 14 piloti frutto di ben 8 ritiri e la rinuncia di Andrea Iannone. Il pilota italiano non partecipò al Gran Premio per un problema al braccio.

    MotoGP Sepang 2015

    L’edizione del 2015 non verrà di certo ricordata per la bella vittoria di Daniel Pedrosa su Honda ma per quello che accadde tra Valentino Rossi e Marc Marquez. Pronti via e i due piloti entrano in bagarre totale. Sorpassi e controsorpassi al limite per la terza posizione. Al 7° giro succede il fattaccio. Rossi affianca Marquez, si avvicina in curva e lo tocca con il piede. Da una parte si parlò di “calcio volontario”, dall’altra si cercò di negare l’accaduto. Il risultato fu che Marquez cadde a terra e Rossi chiuse la gara al terzo posto dietro a Lorenzo. Nel dopo-gara scoppiò il finimondo: la direzione-gara decise di punire la manovra di Rossi che venne costretto a partire ultimo nel GP conclusivo di Valencia, Lorenzo sbottò per una “punizione troppo lieve” a detta sua, Rossi fece il ricorso per cambiare la sentenza ma gli fu negata. Quella di Sepang 2015 fu una delle pagine più polemiche della MotoGP.