MotoGP Shangai. Hopkins, le Bridgestone e il terzo gradino del podio

MotoGP Shangai

da , il

    MotoGP Shangai. Hopkins, le Bridgestone e il terzo gradino del podio

    Festa grande in casa Suzuki 2007 e in casa Hopkins dopo il GP di Cina, combattutissima gara dell’americano alla forsennata ricerca del suo primo podio nella classe regina.

    Fantastico, sensazionale, determinatissimo Hopkins, ecco che riesce nell’impresa.

    Un terzo gradino del podio che brilla come l’oro nel cuore di John, un terzo posto sudato, voluto, cercato, raggiunto.

    Dopo le qualifiche, c’era in me la speranza di riuscire a fare una bella gara – ha dichiarato il pilota della Suzuki – Sono felicissimo!”.

    Come non credergli! Il pilota Suzuki aggiunge: “Bridgestone e Suzuki hanno fatto un ottimo lavoro. Ora ho un altro obiettivo da raggiungere: la mia prima vittoria. Questo è il mio primo podio in MotoGP, lo cercavo da tanto tempo. La Suzuki e la Bridgestone hanno fatto un grande lavoro e hanno potuto farmi esprimere al meglio. Il prossimo obiettivo a questo punto è la vittoria“.

    La Suzuki, con questo ottimo piazzamento del pilota americano conquista punti importanti per la classifica ma soprattutto per il morale della squadra. Non è la prima volta che Hopkins prova a raggiungere un risultato importante salvo poi venire frenato da cali di prestazioni della sua moto. La vittoria di domenica può essere letta come una buona base da cui partire per raggiungere i risultati sperati.