MotoGP Silverstone 2013: i commenti dei piloti dopo la gara in Inghilterra [FOTO]

I commenti dei top rider della MotoGP dopo il Gran Premio di Silverstone

da , il

    Motomondiale Silverstone, qualifiche del sabato

    Il Gran Premio di Silverstone è stata una delle più belle gare stagionali; il successo di Jorge Lorenzo che torna alla vittoria dopo uno stop di 5 gare, ha dato modo di assistere ad una gara fantastica e incerta fino all’ultimo giro. Una prestazione davvero formidabile del campione del mondo che ingaggia un duello bellissimo con Marc Marquez per la conquista della vittoria e che manda in visibilio gli appassionati di questo bellissimo sport. Una gara davvero emozionante, con attimi davvero da urlo e che solo la bandiera a scacchi poteva decretare il vincitore di un’evento vivo e imprevedibile fino all’ultima curva.

    Prestazione formidabile anche per Marc Marquez che nonostante la lussazione della clavicola rimediata nel warm up della mattinata, riesce a tenere la scia del maiorchino per l’intera durata della gara prevalendo anche in qualche frangente.

    Un po’ di delusione invece per quanto riguarda il tricolore italiano che vede Valentino Rossi chiudere per la terza volta consecutiva un GP molto distante dalla zona podio.

    Leggiamo ora la gioia dei protagonisti di questo fantastico Gran Premio d’Inghilterra.

    Jorge Lorenzo è il protagonista principale di questo emozionante Gran Premio; il campione del mondo in carica è autore di una partenza fulminante che gli fa conquistare la prima posizione dopo il via. Lorenzo guida il trio spagnolo e nel finale deve cedere la testa della corsa a Marquez. Una mossa premeditata da parte del maiorchino che con forza e astuzia porta l’attacco decisivo proprio nel corso dell’ultimo giro che gli consegnerà una vittoria strepitosa: “E’ stata una vittoria davvero emozionante! Ho passato dei brutti momenti in questo periodo e battere oggi Marquez significa molto sopratutto per il mio umore. E’ stata davvero una battaglia bellissima; io ho provato a scappare via fin dall’inizio, ma con questa moto non possiamo farlo, non siamo ancora veloci abbastanza per riuscire a prevalere. Oggi ci ho creduto fino alla fine e sono riuscito a vincere e quindi non potrei essere più felice di così. Il mondiale resta un obiettivo al momento troppo lontano, dovrebbe accadere qualcosa che ci possa favorire; al momento l’unica cosa che mi importa è vincere più gare possibili. A Misano è probabile che avremo qualche novità per la nostra moto. Ho notato alcuni miglioramenti in questa gara; quando ho passato Marc sapevo che era l’unica azione possibile e sono riuscito a sfruttarla bene!”

    Marc Marquez riesce a conquistare il miglior tempo nel warm up nonostante la caduta che gli ha procurato la lussazione della clavicola sinistra. La sua partecipazione era incerta fino a 30 minuti dal via della gara della MotoGP. Il giovane pilota di casa Honda riceve il nullaosta da parte dei medici e così sarà presente sullo schieramento di partenza. Si pensava che dovesse disputare una gara di difesa, ma la determinazione del pilota spagnolo ha davvero infiammato un Gran Premio che inizialmente sembrava destinato ad esito scontato. Queste sono le parole di Marquez: “Sono davvero contento per come è andata la gara oggi; dopo la caduta di questa mattina ho avuto un problema alla spalla e i medici sono stati davvero bravi a risolvere il problema così velocemente. Devo ringraziarli perché mi hanno messo in condizioni di poter correre. Ho fatto una bella gara, lottando con Lorenzo per la vittoria; non sentivo molto dolore durante la gara anche perché mi è stata fatta un’iniezione antidolorifica, però alla fine mi mancava un po’ di forza e mi sentivo molto stanco. Sono riuscito a lottare fino all’ultima curva con chi poi alla fine ha vinto la gara, quindi per me questi 20 punti sono un po’ come una vittoria!”

    Dani Pedrosa è l’enigma della giornata; il pilota spagnolo entra nella lotta per la vittoria e fa registrare per un buon frangente di gara i tempi più veloci in gara. Pedrosa risale bene dalla sesta posizione e si avvicina molto al tandem di testa, ma nel finale non prova nessun attacco nei confronti dei due contendenti alla vittoria: “Sono piuttosto deluso del mio risultato oggi; non ho fatto una bella partenza, ma poi sono riuscito a recuperare bene fino ad arrivare vicino a Marc e Jorge. Purtroppo ho consumato molto la gomma posteriore perché ho dovuto spingere parecchio per recuperare sui piloti davanti e alla fine mi mancava molta aderenza quando curvavo sia a destra che a sinistra. Ho cercato di ridurre il ritmo per cercare di far raffreddare la gomma, ma non c’era nulla da fare, non avevo aderenza. Adesso spero in una vittoria a Misano altrimenti il mondiale diventerà sempre più difficile per me.”

    Alvaro Bautista: “Purtroppo ancora una volta sono stato costretto a cedere il passo a Valentino però ci siamo divertiti. L’ultimo giro è stato bellissimo perché ci siamo superati diverse volte ma poi mi ha battuto per soli 65 millesimi, peccato! Sono in ogni caso contento perché avevo un buon feeling con la moto. Nella prima parte ho superato diversi avversari e abbiamo confermato che stiamo attraversando un buon momento. Ci manca veramente poco per essere ancora più competitivi. Dobbiamo soprattutto arrivare alla gara più tranquilli perché qui per esempio fino a ieri avevamo ancora dei problemini da risolvere. Con tutto ciò sono felice e spero di poter disputare prossimamente a Misano una bella gara.”

    Stefan Bradl: “Mi sentivo bene in sella, ma poi ho fatto la stessa gara di Brno della settimana scorsa perchè sono venuti fuori gli stessi problemi. Ho avuto guai con il bordo della gomma e perciò avevo problemi in uscita di curva e questo mi ha rallentato nel mio punto forte, la frenata. Ora dobbiamo capire perchè siamo veloci nelle prove con le gomme usate, mentre non va così in gara. Ovviamente volevamo chiudere con un risultato migliore il weekend, ma non c’è tempo per abbatterci, tra due settimane si ritorna in pista a Misano.”

    Nicky Hayden: “Stavo girando davvero forte nel warm-up del mattino ma purtroppo sono caduto ad alta velocità rovinando la mia GP13. Ho dovuto utilizzare la seconda moto per la gara, e anche se aveva un motore con più chilometri, ha funzionato benissimo e mi sono trovato subito a lottare con Bradley Smith e Dovizioso. Prima della gara speravo di fare anche meglio, ma onestamente l’ottavo posto è il massimo che potevamo ottenere oggi. La squadra sta lavorando davvero sodo ed oggi siamo riusciti ad apportare delle migliorie alla moto. Continueremo in questo modo e cercheremo di fare altri passi in avanti.”

    Andrea Dovizioso: “La caduta è stata un vero peccato perché stavo adottando una buona strategia. Nicky ed io abbiamo spinto davvero tanto per stare con Smith per tutta la gara. Stavo cercando di arrivare all’ultima curva con un po’ di margine su di loro, ma ho perso l’avantreno in un punto assolutamente inaspettato, alla curva dodici. Li ero molto veloce e mi sentivo sicuro. Credo di non aver fatto niente di particolare, forse ero un po’ più veloce del solito, ma guidando sempre al limite mi si è chiuso l’avantreno. Mi dispiace molto perché potevo ottenere l’ottava posizione e l’avevo raggiunta, ed era il massimo che potevamo fare questo weekend. Ho perso un po’ di punti in campionato e mi dispiace molto per la squadra.”