MotoGP Silverstone 2014, Rossi: “siamo in grado di lottare per le prime posizioni”

Sentiamo insieme le dichiarazioni dei piloti dopo le qualifiche di MotoGP da Silverstone 2014

da , il

    Dopo la conclusione delle qualifiche di MotoGP da Silverstone 2014, è il momento di passare la parola ai piloti. Si parla subito con lo straordinario Andrea Dovizioso. È un risultato raggiunto, che in prospettiva futura lascia ben sperare, anche se domani in gara bisogna ancora vedere cosa riuscirai a fare. “Sì, però, ci stiamo avvicinando gara dopo gara, weekend dopo weekend come passo gara stiamo migliorando, che è il punto più difficile dove migliorare. In qualifica nelle ultime tre gare siamo andati molto beme, anche qua sapevo di poter fare un bel giro. Battere Marc adesso, ci provi sempre, ma ci sono poche speranze. Sono soprattutto contento per il passo gara. Tutto il weekend veloce con le gomme medie”.

    Il Dovi continua: “credo che domani potremo fare una bella gara, anche se qua è molto complicato perchè è pieno di buche e sei sempre al limite per cadere. Però sono riuscito a controllare molto bene il weekend fino ad adesso. Vediamo domani questo tempo un po’ bizzarro cosa farà, ma abbiamo lavorato molto bene e sono soddisfatto”.

    Parliamo con l’altro Andrea, questa volta Iannone. Il guerriero ha lottato, ma porta un po’ di ferite sulla sua tuta ai box. “Per fortuna sulla tuta! Mi dispiace perchè era un buon giro, stavo andando forte e me lo sentivo che ero migliorato molto, ma purtroppo non sono riuscito a finirlo. Come dice il mio team manager: un bel tre quarti di giro, ma alla fine non ce l’abbiamo fatta. Vediamo un po’ per domani: sono fiducioso perchè abbiamo migliorato molto da questa mattina. In FP4 abbiamo trovato un setting che mi piace molto di più, dove riesco a spingere di più e anche di passo vado più forte. Sono contento di questo ed in più sono riuscito a fare dei tempi buoni, chè questa mattina con la gomma morbida facevo più fatica”.

    Ora tocca al pole-man Marc Marquez. Decima pole position stagionale, sei tornato il Marc Marquez di prima? Ridendo dice: “Io penso che non se ne sia mai andato!”. “Ma sì, sono contento per questa pole e per il feeling con la moto. Questa mattina c’è stata una piccola caduta, ma è stato un mio errore che ho staccato troppo tardi. Questo pomeriggio, però, mi sono trovato molto bene e la pole è molto importante. Vediamo domani, speriamo sia un bel giorno, una bella giornata, che ci sia un bel tempo. E proviamo a fare il 100%”.

    Il microfono passa a Jorge Lorenzo. Molto più sorridente rispetto a ieri: ieri eri un po’ più rabbuiato. Questa prima fila lascia ben sperare. “In qualifica vanno tutti velocissimi, proviamo a dare il massimo, con un ritmo che in gara non possiamo avere. Alla fine con lo pneumatico morbido davanti quasi tutti i problemi che avevamo con la sospensione davanti sono risolti. Purtroppo non possiamo usare questa gomma domani per la gara, perchè non finiamo la gara, non arriviamo alla fine. Allora dobbiamo migliorare ancora di più tutta la moto, per riuscire a guidarla bene con la gomma dura. Una buona prima fila: domani sarà una gara lunga, sarà difficile ripetere la gara dell’anno scorso. Non siamo messi bene come un anno fa, però ci proverò a fare una bella gara e a lottare per il podio”.

    Parliamo, infine, con Valentino Rossi. “Sono molto meno preoccupato e più soddisfatto oggi, perché in entrambi i turni di prove siamo stati più competitivi ed in grado di lottare per le prime posizioni: abbiamo fatto dei buoni progressi con la moto rispetto a ieri. Purtroppo non sono soddisfatto al 100% della mia qualifica, perché avrei potuto fare di meglio. Penso che avevo il potenziale per arrivare un po’ più avanti, ma partire dalla seconda fila non è un disastro. Va bene per la gara. Dobbiamo risolvere alcuni piccoli problemi in frenata e in ingresso curva per provare a migliorare ancora anche domani. Ieri la moto non era ben bilanciata e così avevo grossi problemi con la gomma anteriore, soffrivo molto in entrata con tutte quelle buche. Questo circuito ne ha molte, ma oggi la squadra ha migliorato di molto il set up e l’equilibrio, così abbiamo migliorato di molto anche i tempi sul giro”.