MotoGP Silverstone 2015: il Processo al Gran Premio d’Inghilterra

MotoGP: Il Processo al Gran Premio

da , il

    Benvenuti alla puntata numero 12 della nostra consueta rubrica “il Processo al Gran Premio” ovviamente incentrato sul Gran Premio d’Inghilterra di ieri e vinto magistralmente da Valentino Rossi davanti a Danilo Petrucci ed Andrea Dovizioso. Ci è voluto un po’ più del previsto per riavvolgere il nastro del weekend inglese e raccogliere sufficienti prove contro i protagonisti in negativo che manderemo alla sbarra. Partiamo con Jack Miller e l’erroraccio di valutazione che ha mandato a terra Crutchlow, Jorge Lorenzo per la gara anonima e l’incapacità di difendersi dagli attacchi, Dani Pedrosa per le sue croniche difficoltà sul bagnato.

    Jack Miller: meno irruenza in certi casi please

    ACCUSA: ancora acerbo per la MotoGP e si vede! La manovra compiuta ieri ai danni del suo compagno di box Crutchlow ha dimostrato ancora una volta quanto l’esperienza conti a certi livelli. Va bene voler emulare a tutti i costi il connazionale Anthony West che sull’acqua era uno squalo ma Miller ora è poco più che un cucciolo di delfino…

    DIFESA: ci sarebbe ben poco da difendere Miller per quella manovra sconsiderata sul compagno di box Crutchlow ma gliela perdoniamo perchè in fin dei conti era la prima volta che guidava una MotoGP in gara sul bagnato, ricordiamoci che viene pur sempre dalla Moto3…

    Jorge Lorenzo: meno scuse e più fatti

    ACCUSA: Doveva essere la gara dell’allungo su Rossi e invece si è trasformata nell’ennesima gara di sofferenza per Jorge Lorenzo complici anche le condizioni meteo mutevoli durante la gara. Come un Mazzarri qualsiasi accampa ogni tipo di scusa per giustificare il fatto di averle buscate ancora dal 36enne compagno di box…

    DIFESA: Va bene la visiera appannata che ti ha impedito di passare Dovizioso negli ultimi giri, ma un minimo di reazione e voglia dovevi mettercela pure tu caro Jorge. Non soltanto ai danni di Pedrosa ma anche mostrare una difesa più tosta nei sorpassi

    Dani Pedrosa: meno gattino e più leone sotto l’acqua

    ACCUSA: Quando imparerà ad andare forte anche sul bagnato sarà ormai fin troppo tardi. Con Marquez a terra poteva salvare l’onore della Honda invece si cela dietro il suo fratello scarso portando a casa un quinto posto sapendo di aver fatto il compitino…

    DIFESA: Conosciamo tutti le croniche difficoltà di Dani sul bagnato, consideriamo però che correva ancora con i postumi della caduta nelle prove di Brno quindi il quinto posto è oro in questa situazione…