MotoGP Silverstone 2017, Valentino Rossi: “Ora è inutile parlare di titolo”

Il pilota di Tavullia non vuole più pensare al titolo mondiale, ma dedicarsi allo sviluppo della Yamaha per tornare competitivo. Vinales è ancora fiducioso di poter vincere il campionato.

da , il

    MotoGP Silverstone 2017, Valentino Rossi: “Ora è inutile parlare di titolo”

    Valentino Rossi è pronto ad affrontare il MotoGP Silverstone 2017. Il pilota di Tavullia è fiducioso di poter fare un buon risultato nel Gran Premio d’Inghilterra, ma non è molto convinto di poter vincere il suo decimo titolo mondiale in questa stagione: “Per pensare al titolo bisogna prima battere gli avversari e in questo momento è veramente dura pensare di recuperare cosi tanti punti dai primi. Dobbiamo lavorare per recuperare il terreno perso nei confronti di Honda e Ducati“, sono state le sue prime parole durante le classiche interviste pre-weekend. Se Valentino Rossi è parso molto scettico, non si può dire lo stesso per Maverick Vinales. Lo spagnolo è parso fiducioso e pronto a lottare per la vittoria. La redazione di Derapate sta seguendo la gara. CLICCA QUI per seguire la gara del Gran Premio della MotoGP Silverstone 2017 con risultati e classifica LIVE in diretta web.

    Abbiamo fatto un bel lavoro durante i test di Misano e abbiamo lavorato molto sull’elettronica per trovare il giusto setup – ha spiegato lo spagnolo – mi sono sentito molto a mio agio sulla moto e questo è molto importante in vista delle prossime gare“. Vinales ha poi parlato di lotta per il titolo mondiale: “Dobbiamo recuperare i punti che ci separano da Marquez e Dovizioso. Non sarà semplice, ma dobbiamo dare il nostro meglio per provarci. Le sensazioni che ho avuto durante gli ultimi test sono state buone e sono molto fiducioso in vista di Domenica“.

    Valentino Rossi è poi entrato nello specifico per spiegare la situazione: “I prossimi mesi saranno molto importanti, perchè dobbiamo lavorare tanto a livello tecnico, in pista e in fabbrica, per migliorare la moto. La concorrenza è cresciuta tanto nella gestione delle gomme usate e questo fattore è stato decisivo negli ultimi GP. Dovremo stringere i denti, ma ci saranno anche piste dove saremo competitivi“.