MotoGP: Simoncelli e Melandri criticano la Honda

Marco Simoncelli critica la moto messagli a disposizione dal Team Honda San Carlo Gresini per correre il campionato del mondo MotoGP 2010

da , il

    Il Team Honda San Carlo Gresini è stato presentato ufficialmente nei giorni scorsi a Milano e bisogna ammettere che il potenziale per correre un buon campionato del mondo MotoGP c’è tutto, anche se i test di Sepang hanno chiarito che il lavoro da fare è ancora tanto, soprattutto per il rookie Marco Simoncelli.

    Ed è proprio l’ex pilota e campione del mondo della quarto di litro a lanciare la prima critica al rendimento della Honda RC212V, ancora lontana secondo lui dalla resa ottimale.

    Marco Simoncelli critica la moto messagli a disposizione dal Team Honda San Carlo Gresini per correre il campionato del mondo MotoGP 2010. E a fargli eco c’è il suo compagno di scuderia, l’italiano Marco Melandri, anche lui convinto che c’è ancora molto lavoro da fare per rendere le loro Honda RC212V davvero competitive.

    In questo momento la moto non mi piace tanto e non riesco a guidare come voglio,” ha dichiarato Simoncelli, “Ma se seguiremo la strada giusta i risultati arriveranno di conseguenza.”

    Dobbiamo lavorare tanto, soprattutto con elettronica e sospensioni,” ha aggiunto Melandri, “Sono molto fiducioso e ansioso di vedere come si comporterà la moto in Qatar, in condizioni diverse dalla Malesia. Di sicuro la squadra da battere rimane la Yamaha.”

    Forse Simoncelli in questo momento dovrebbe pensare anche ai suoi problemi di guida, così come gli ha suggerito Valentino Rossi, ma resta il fatto che le Honda non sono ancora al top, anche se c’è ancora tempo per svilupparle a dovere prima dell’inizio del mondiale MotoGP.

    Marco Melandri e Marco Simoncelli sono sì critici, ma anche fiduciosi che con le dovute migliorie arriveranno anche i risultati.