MotoGP Spagna 2011, Stoner: “Sarà dura ripetersi a Jerez”

da , il

    Stoner a jerez 2011

    Casey Stoner si prepara a disputare la seconda gara della MotoGP 2011 sul tracciato internazionale di Jerez de la Frontera in veste di punto di riferimento per la lotta mondiale di quest’anno. Il circuito spagnolo sarà un vero e proprio banco di prova per la Honda ed il suo pilota che con la pista in questione non ha mai avuto un grande feeling. Gli avversari più duri secondo il numero 27 della HRC saranno Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa che correranno davanti ai propri tifosi: “andiamo in Spagna a confrontarci con due piloti molto competitivi. Quindi dobbiamo tenere i piedi per terra e cercare di fare il miglior lavoro che possiamo in un circuito strano per me”; ha concluso l’australiano.

    Il vincitore del GP di esordio del Motomondiale 2011 a Losail, Stoner arriva ad Jerez con la consapevolezza che non sarà facile ripetere l’eccelsa prestazione messa in mostra tra le curve del Qatar. In Spagna, infatti, l’ex pilota della Ducati è riuscito ad ottenere solo un podio nel 2009, considerato miglior risultato tra i vari piazzamenti tra il quarto e quinto posto degli anni a venire. Anche se con la nuova Honda RC212V, l’australiano dovrebbe riuscire a rimanere vicino ai primi, Casey appare preoccupato per la cattiveria agonistica dei pilota di casa, Lorenzo e Pedrosa.

    Lo spagnolo del team Repsol correrà a Jerez, nonostante i problemi di tenuta fisica del braccio e con la spinta del pubblico potrebbe essere lui la vera sorpresa della giornata. Ma anche il centauro della Yamaha M1, Jorge già vincitore nel 2009 parte da super favorito e alla fine potrebbe essere lui il coniglio che esce fuori dal cilindro della lotta iridata allo strapotere della Honda ufficiale. Stoner, a giudicare dalle sue parole pare davvero preoccupato: “le cose non sono mai davvero andate nel verso giusto a Jerez, ma non ho nulla contro il circuito. Sono sempre tornato l’anno seguente con ottimismo ed ho intenzione di fare lo stesso quest’anno. Sarebbe bello se potessi lottare per la vittoria. Jorge ha fatto una gara fantastica l’anno scorso e Dani è stato molto veloce con una moto che non era delle migliori”.