Motogp Spagna: caratteristiche del circuito

caratteristiche tecniche del circuito di jerez de la frontera

da , il

    La Motogp torna nella vecchia Europa, dopo l’esodio in Qatar, precisamente in Andalusia sul bellissimo circuito di Jerez de la Frontera, città famosa oltre che per l’amore per la velocità soprattutto per il flamenco, lo sherry e gli allevamenti di cavalli. E’ un circuito conosciuto bene da tutti i piloti visto che è spesso utilizzato per i test per il particolare clima mite che presenta.

    Costruito nel 1986, il circuito spagnolo, presenta cinque curve a sinistra e otto a destra con un rettilineo relativamente corto, solo 600 metri. Lungo i suoi 4423 metri di lunghezza saranno assiepati come ogni anno centinaia di migliaia di tifosi che faranno sentire il loro calore per i piloti di casa.

    Il record della pista, 1’40″596, appartiene al pesarese Valentino Rossi ottenuto nel GranPremio del 2005 in sella alla sua Yamaha M1.

    Fu proprio il campione Yamaha ha vincere l’anno scorso il Gran Premio precedendo il pilota di casa Daniel Pedrosa e l’altro pilota Yamaha, Colin Edwards.

    Per Casey Stoner solo un quinto posto, preceduto anche dal funambolico Toni Elias.